[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Expo 2017: Smart Land Fvg in mostra ad Astana, in Kazakistan

da
Advertising


Trieste, 26 luglio – La Regione Friuli Venezia Giulia sta per approdare all’Expo 2017 Future Energy di Astana, in Kazakistan, dove presenterà il meglio delle proprie realtà nel campo delle fonti rinnovabili, della mobilità sostenibile, del riciclo e del risparmio energetico.




All’interno del Padiglione Italia, da domenica 30 luglio al 5 agosto, la Regione si presenterà come una Smart Land attenta al futuro dell’energia e fortemente impegnata a sviluppare innovazione in ogni settore.

Lo spazio del Friuli Venezia Giulia al Padiglione Italia, totalmente multimediale, sarà inaugurato domenica 30 luglio alla presenza, tra gli altri, dell’ambasciatore d’Italia ad Astana, Stefano Ravagnan, della municipalità della città di Astana e delle autorità kazake.

Tra i molti appuntamenti della settimana spicca, lunedì 31 luglio, la firma di un memorandum di collaborazione tra KazakInvest e BioNet per lo studio e la replicazione di un innovativo impianto di produzione di bio-energie da rifiuti organici che si basa sulla digestione anaerobica e che sarà realizzato nel capoluogo friulano.

L’impianto, ideato con il supporto dell’Università di Udine produrrà bio-metano per autotrazione, CO2 per usi industriali e di depurazione e carbone vegetale, oltre ad energia elettrica e termica da biogas.

L’evento sarà sugellato dalla trascrizione del protocollo ad opera dello Scriptorium Foroiuliense, unica scuola italiana di calligrafia amanuense con sede a Ragogna. Nelle giornate di martedì 1 e mercoledì 2 agosto sarà l’assessore regionale ad Ambiente ed Energia, Sara Vito, a tenere le fila dei workshop e delle presentazioni delle diverse eccellenze territoriali proposte all’Expo 2017.

Gli appuntamenti in programma sono dedicati alle soluzioni innovative per utilities di energia, acqua e gas, ai trattamenti dei rifiuti urbani, ai modelli di sviluppo di comunità regionali sostenibili in fatto di energia. In particolare, Bionet presenterà il progetto di Biogas Refinery per la produzione di biofuels (bio-metano e bio-carbone) da rifiuti, esempio pratico di integrazione tra circular economy, mobilità sostenibile e simbiosi industriale e urbana. Spazio anche alle aziende Net, che racconterà la collaborazione tra pubblico e privato in fatto di raccolta e trattamento rifiuti, e Saf con l’esperienza di utilizzo del metano nel trasporto pubblico.

Gli appuntamenti di mercoledì 2 agosto sono prevalentemente dedicati all’efficienza energetica e alla mobilità sostenibile con la presentazione di NeMo, attraverso il quale la Regione sostituirà 800 veicoli alimentati a benzina o diesel delle flotte aziendali degli enti pubblici con auto elettriche e car sharing, e le esperienze di Iveco nella mobilità elettrica. Il progetto è realizzato con la collaborazione dell’Università di Trieste.

La giornata conclusiva della settimana del Friuli Venezia Giulia è dedicata a Watly. Nella mattinata di sabato sarà presentato ad un pubblico specializzato l’avveniristico depuratore termodinamico alimentato ad energia solare, capace di depurare l’acqua generando energia elettrica off-grid (in maniera autosufficiente, isolata dalla rete) e purificare ogni anno fino a tre milioni di litri di acqua da qualsiasi fonte contaminata.

In occasione della presenza in Kazakistan, la Regione coglierà l’opportunità per promuovere il territorio regionale a 360 gradi, non tralasciando l’aspetto turistico e valorizzando opportunamente i prodotti dell’enogastronomia regionale.

Unica regione d’Italia a presentare le eccellenze dell’agroalimentare nel contesto di Expo Kazakistan 2017, a latere di ogni iniziativa e presentazione sarà organizzata una degustazione di prodotti regionali quali il vino, il prosciutto di San Daniele, il formaggio Montasio e molte altre specialità.

Giovedì 3 agosto è inoltre in programma una presentazione delle risorse turistiche regionali a tour operator e giornalisti kazaki. ARC/COM/fc


 

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising