Firenze Piazza del Carmine, il punto sul percorso di partecipazione e sul progetto di riqualificazione

da
Advertising

 

Sono iniziati i lavori di riqualificazione di piazza del Carmine. Su questo progetto si sono svolti diversi incontri e confronti fra l’assessore Giorgetti, i progettisti ed i promotori del percorso partecipato su piazza del Carmine, formato da rappresentanti dei cittadini residenti in Oltrarno e da membri dell’Unità di Ricerca “Paesaggio, Patrimonio Culturale, Progetto” del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze.

Il progetto, redatto dal Comune ed approvato dalla Soprintendenza, per il rifacimento di piazza del Carmine non ha avuto modifiche e il cantiere è partito anche per non ritardare ulteriormente il regolare inizio dei lavori.

Nel confronto è stato rilevato che gli obiettivi emersi nel percorso partecipativo corrispondono a quelli individuati dall’Amministrazione, come anche le funzioni che si possono sintetizzare in quattro punti, ovvero: verde/alberi per l’ombreggiatura; acqua e giochi d’acqua; arredo urbano panchine/sedute, illuminazione non invasiva; rari mercati, spettacoli e attività culturali rispettosi dei livelli di inquinamento acustico e luminoso.

Pur partendo dalle stesse funzioni, le valutazioni progettuali sono state diverse e hanno portato a delle soluzioni che si sono diversificate fra una nuova pavimentazione e il recupero dell’esistente, nel posizionamento delle alberature, delle visuali di riferimento, dell’esclusione di un intervento nella parte viaria verso Borgo San Frediano.

I giochi d’acqua rinfrescanti ed in parte le sedute sono stati esclusi dalla Soprintendenza.

L’assessore Giorgetti ha confermato l’apprezzamento per la qualità dei risultati e per il carattere scientifico del metodo del lavoro che è stato alla base del percorso partecipato per piazza del Carmine, elaborato dal gruppo misto cittadini-docenti. Da questo apprezzamento è scaturita la disponibilità del Comune a far stampare presso la tipografia comunale la pubblicazione che illustri il processo partecipativo realizzato, le funzioni individuate e le proposte progettuali sviluppate.

Infine l’assessore Giorgetti ha dichiarato il suo interesse e la disponibilità dell’Amministrazione comunale a sostenere e a collaborare al nuovo processo partecipativo proposto dalla Unità di Ricerca e dai residenti e che verterà sulla valorizzazione e la riqualificazione del sistema delle piazze storiche di Oltrarno, e che partirà dopo l’estate prevedendo fin da ora un lavoro teso al recupero di piazza del Cestello. (mf)

Fonte: Comune di Firenze

Advertising