LIVORNO Primo Piano – Restauro dei marciapiedi in via Calzabigi, via al progetto definitivo

da
Advertising

Livorno –


via calzabigi

Approvato dalla Giunta Comunale

Restauro dei marciapiedi in via Calzabigi, via al progetto definitivo

Impegnati circa 200 mila euro per il recupero e la messa in sicurezza dell’area

Livorno, 27 luglio 2017 – Via al recupero dell’area di via Calzabigi. Lo ha deciso la Giunta Comunale, nella seduta di mercoledì 26 luglio, approvando il progetto definitivo di rifacimento della pavimentazione dei marciapiedi e degli elementi di arredo della zona compresa tra via delle Grazie fino all’incrocio con Viale Cassa di Risparmio, con anche via Vivoli.

L’Amministrazione ha impegnato al recupero di quest’area, ai fini di una migliore funzionalità e sicurezza, 200mila euro che saranno destinati a varie tipologie di intervento: ripristino delle aiuole e delle alberature con e senza griglie, rimozione dei dissuasori in cemento tronco piramidali, ripristino dei dissuasori in acciaio e della pavimentazione dissestata, rifacimento della segnaletica orizzontale e nuova delimitazione degli stalli di sosta auto e risanamento di parti della carreggiata dissestata.

“I lavori in programma contribuiranno in maniera decisiva alla valorizzazione e alla messa in sicurezza di una zona molto frequentata della città e ad alta densità residenziale – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Aurigi – Per quanto riguarda la tempistica, bisognerà attendere il progetto esecutivo e l’espletamento delle procedure di gara per l’assegnazione dei lavori. I cantieri dovrebbero aprire in autunno, così da restituire entro la fine dell’anno il giusto decoro a questi spazi urbani, anche creando le migliori condizioni di fruibilità dei marciapiedi e degli stalli di sosta per le auto ”.

Allo stato attuale la pavimentazione dei marciapiedi, realizzata in mattoni pieni posati in diverse geometrie (lisca di pesce, a correre, a coltello), risulta infatti sconnessa su entrambi i lati, specialmente vicino alle alberature. In particolare, le lame e le griglie in metallo, poste a delimitazione delle aiuole, presentano in alcuni punti delle sconnessioni dovute all’accrescimento dell’apparato radicale delle alberature, inoltre, risultano danneggiati sia i dissuasori tronco piramidali in cemento posti a delimitazione del percorso pedonale, sia quelli in metallo posti negli stalli a protezione delle alberature.

L’intervento di recupero rientra nel programma triennale dei lavori pubblici 2017/2019.

Advertising