[Lucca] LA RICETTA PER LA RATATUIA LUCCHESE

da
Advertising

Lucca –

dite pure che sarò campanilista, non la chiamerò mai “ratatuille” perché anni fà ho avuto occasione di leggere che è un’antica ricetta contadina lucchese, ripresa da Caterina dei Medici e portata in Francia e gli abitanti doltr’alpe scoprirono che si poteva anche mangiare bene e non solo nutrirsi.
Siccome non ricordo in quale libro l’ho letto ve l’ho raccontato col beneficio dell’inventario, comunque sia a Lucca i contadini l’hanno sempre fatta, ma specialmente ora, in estate, che ci sono tutte le verdure fresche di cui la ricetta abbisogna è il momento giusto per cucinarla bene.
Patate, peperoni, cipolle, melanzane, pomodori, zucchine, zucca gialla se l’avete, aglio a fette, aghi di rosmarino, foglie di salvia, peporino (timo) sale e pepe e altre verdure che possano andare in forno e che avete a disposizione.
Tagliate tutto a bocconi o a dadi a seconda dei gusti e delle verdure, mettere in una ciotola capiente, condire con olio d’oliva, mescolare bene in modo che sulle verdure ci sia un leggerissimo velo d’olio (non esagerate altrimenti si “imbozza” tutto d’olio) rovesciate tutto in una teglia e infornate finché le verdure saranno dorate e il profumo sarà inebriante.
Servite di contorno a qualsiasi tipo di pesce o di carne e io mi voglio rovinare la reputazione aggiungendo che si possono condire anche delle tagliatelle fatte in casa. DI EZIO LUCCHESI20368766_1347640622001847_4335602293547315586_o

Fonte Verde Azzurro

Advertising