[ REGIONE SARDEGNA ] Eni Cbc Bacino del Mediterraneo, al via i progetti

da
Advertising
L’ Autorità di gestione comune del Programma ENI CBC Bacino del ha pubblicato un invito a presentare progetti “standard”.

Quattro obiettivi tematici e 11 priorità :

Sviluppo delle imprese e delle Pmi
– sostenere iniziative innovative e imprese di recente costituzione, con particolare attenzione ai giovani e alle imprenditrici e per facilitare la protezione dei diritti di proprietà intellettuale e la commercializzazione

– rafforzare e sostenere le reti, i cluster, i consorzi e le catene di valori euro-mediterranee nei settori tradizionali (agro-alimentari, turismo, tessile / abbigliamento, ecc.) e settori non tradizionali (soluzioni idee innovative per lo sviluppo urbano, eco -housing, tecnologie sostenibili connesse all’acqua e altre tecnologie pulite, energie rinnovabili, industrie creative ecc.)

– incoraggiare iniziative turistiche sostenibili e azioni volte alla diversificazione in nuovi

segmenti e nicchie

Sostegno all’istruzione, alla ricerca, allo sviluppo tecnologico e all’innovazione
– sostenere il trasferimento tecnologico e la commercializzazione dei risultati della ricerca, rafforzando i legami tra ricerca, industria e altri attori del settore privato

– sostenere le piccole e medie imprese nell’accesso alla ricerca e all’innovazione, anche attraverso il

clustering

Promozione dell’inclusione sociale e della lotta contro la povertà
– fornire i giovani, in particolare quelli appartenenti al Neets, e le donne, di competenze commercializzabili

– sostenere gli attori economici e sociali della solidarietà, anche in termini di miglioramento delle capacità

di cooperazione con le pubbliche amministrazioni per la fornitura di servizi

Protezione dell’ambiente, adattamento e mitigazione del cambiamento climatico
– sostenere iniziative sostenibili che mirano a soluzioni innovative e tecnologiche per aumentare l’efficienza dell’acqua e incoraggiare l’uso dell’approvvigionamento idrico non convenzionale

– ridurre la produzione di rifiuti urbani, promuovere la raccolta separata da fonti e il suo ottimale sfruttamento, in particolare il suo componente organico

– energie rinnovabili e efficienza energetica – sostenere le riabilitazioni energetiche economiche e innovative relative ai tipi di edifici e alle zone climatiche, con particolare attenzione agli edifici pubblici

– gestione integrata delle zone costiere – incorporare l’approccio di gestione basata sull’ecosistema per l’ICZM nella pianificazione dello sviluppo locale, attraverso il miglioramento del coordinamento intra – territoriale tra i vari soggetti interessati

Possono presentare proposte progettuali soggetti pubblici e privati localizzati nelle regioni eleggibili dei Paesi partecipanti al Programma (Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Malta. Grecia, Cipro, Tunisia, Giordania, Egitto, Israele, Palestina, Libano).

I partenariati devono essere costituiti da almeno 3 soggetti e includere almeno un partecipante di un Paese dell’Unione Europea (UE) e uno extra Unione europea.

Il budget massimo (costi totali ammissibili) per ciascun progetto, comprensivo del cofinanziamento, è di 3.500.000 euro

Le proposte progettuali, redatte in lingua inglese o francese, dovranno essere presentate entro le ore 13 del 9 novembre 2017 esclusivamente sulla piattaforma online disponibile all’indirizzo http://eform.enicbcmed.eu .

Consulta i documenti

Informazione a cura dell’Urp della Presidenza

Fonte: Regione Sardegna

Advertising