Capannori “Capannori Terra di Toscana”, un sito web e una brochure per promuovere la città e i suoi eventi

da
Advertising

Capannori –

L'assessore al turismo Serena Frediani presenta il nuovo sito web

Due nuovi strumenti, tra loro complementari, per rafforzare la promozione turistica, valorizzare gli eventi e rendere più consapevoli i cittadini delle bellezze del territorio. Si chiamano entrambi “Capannori Terra di Toscana” e sono un  sito web e una brochure cartacea realizzati dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Luca Menesini.
I due prodotti, disponibili da oggi, l’uno collegandosi al sito www.capannori-terraditoscana.org, l’altro presso il Comune e in distribuzione presso le strutture ricettive e gli iat, sono stati presentati questa mattina (venerdì) dall’assessore al turismo Serena Frediani all’otd (osservatorio turistico di destinazione) e alla stampa.

“Due nuovi strumenti che potenziano la nostra comunicazione di promozione territoriale, che è basata su una multicanalità, per raggiungere un più alto numero di interessati e potenziali interessati – ha spiegato l’assessore al turismo Serena Frediani -. Da una parte c’è la brochure che, con testi e immagini accattivanti, si pone come un biglietto da visita. Per questo lo distribuiremo non solo nelle strutture ricettive, dando così suggerimenti ai turisti sulle particolarità di Capannori, ma anche alle fiere del settore, per attrarre tour operator e altri interessati. Il sito web, invece, è una costante presenza del territorio nella Rete. Non solo vengono trattati in maniera più approfondita i temi della brochure, ma vanta contenuti pensati sia per attrarre gli utenti web che giungono sulla piattaforma dopo una ricerca, sia per coloro che vogliono soffermarsi di più, offrendo loro dei percorsi omogenei: turisti ma anche cittadini di Capannori e dei comuni limitrofi”.

“Siamo molto soddisfatti di questi ulteriori tasselli della nostra strategia di marketing territoriale che va ad aggiungersi ad altri strumenti, quali i punti wi-fi ed Infotec, inaugurati proprio la scorsa settimana, il parco Pandora, l’app myCapannori e la rinnovata cartellonistica – conclude l’assessore -. Per il futuro stiamo già pensando a nuovi progetti, tra cui un ulteriore rafforzamento della presenza sul web coprendo i social media”.

I contenuti di entrambi gli strumenti sono disponibili in due lingue: italiano e inglese. La brochure cartacea presenta gli elementi organizzati in cluster ossia in gruppi omogeni sui cui l’amministrazione comunale da anni sta portando avanti un lavoro con la collaborazione di più soggetti territoriali. Vi si trovano, fra gli altri, le ville storiche, i matrimoni da favola, la via Francigena, il Borgo delle Camelie, gli itinerari culturali e i luoghi di Pinocchio. Sono presenti anche le informazioni sui più importanti eventi e come raggiungere Capannori.

Il sito web nasce sulla base di quello online fino ad alcuni giorni fa, ma offre una struttura completamente rivista, nuovi contenuti ed utilizza le più recenti tecnologie. Si presenta come un mezzo per scoprire e vivere Capannori. Le aree semantiche più rilevanti del sito sono, appunto, quelle chiamate “Vivi” e “Scopri”.

“Scopri”, riprende ed approfondisce la brochure ed è quindi organizzata secondo cluster. Attraverso 10 sezioni (Storia e architettura, Via Francigena, Enogastronomia, Turismo all’aria aperta, Camelie, I luoghi di Pinocchio, Matrimoni da favola, Monte Pisano, Itinerari culturali e di istruzione, Capannori nel cuore della Lucchesia) descrive le peculiarità del territorio. Di ogni punto di interesse è presente una scheda di dettaglio, con foto, mappe, contatti, orari di apertura e altre informazioni.

“Vivi” è dedicata al turismo esperienziale e presenta e promuove in particolar modo gli eventi, ossia le occasioni in cui turisti e cittadini possono entrare più in contatto con quello che la comunità di Capannori offre. Qui si trovano gli “Eventi in villa”, i “Grandi eventi”, le “Tradizioni”, lo “Sport”, le “Sagre”, i “Poli culturali e biblioteche”, i “Musei e le mostre”. Per chi ha poco tempo e vuole conoscere in pochi minuti gli aspetti più importanti del territorio c’è l’area chiamata “Dieci cose da fare” dove viene presentato quello che un turista non deve assolutamente perdere. La particolarità della sezione “Vivi” è che è stata privilegiata una scrittura emozionale, cioè che vuole far suscitare emozioni nel lettore, dandogli così un ulteriore stimolo per partecipare agli eventi e visitare il territorio.
L’elenco cronologico degli eventi, con schede dettagliate sugli stessi, è inoltre riportato sulla homepage. Sul sito si trovano inoltre informazioni su punti wi-fi e sulle strutture ricettive, i bar e i ristoranti e una presentazione generale del territorio.

Il sito è inoltre ottimizzato per i motori di ricerca grazie all’adozione di alcune tecniche specifiche, tra cui l’individuazione di parole chiave legate al turismo, all’arte e alla cultura.

Advertising
Tags: