MODENA – BANDO DA 250 MILA EURO PER LE ATTIVITÀ IN ZONA GRAMSCI

da
Advertising

Interessa oltre cento esercizi commerciali il bando comunale “per la rigenerazione e innovazione delle attività economiche nell’area viale Gramsci, via del Mercato, via Toniolo” (pubblicato online sul sito www.comune.modena.it), che rende disponibili 200 mila euro di contributi per finanziare interventi di riqualificazione delle attività, mentre altri 50 mila euro sosterranno nuove aperture di attività economiche. Con la compartecipazione degli operatori, almeno al 50 per cento, l’investimento complessivo nell’area sarà come mimino di mezzo milione di euro.

Il bando fa parte del Progetto Periferie (“ri-generazione e innovazione” per l’area Nord di Modena) che prevede, oltre a quelli urbanistici, edilizi e infrastrutturali (fibra ottica compresa), interventi per la riqualificazione commerciale e il consolidamento del tessuto economico dell’area, in una posizione strategica e con potenzialità di sviluppo economico e commerciale legate agli interventi (tra gli altri, Data Center, Casa della Salute, Medicina dello Sport, nuovi insediamenti abitativi, commerciali e direzionali, interventi sul verde, la viabilità, l’illuminazione (con Hera) e la sicurezza, con installazione di nuovi apparati di videosorveglianza.

Il bando è un segno d’attenzione a chi lavora e dà lavoro in zona – spiega Ludovica Carla Ferrari, assessora alle Attività economiche – e un’azione concreta con cui ci mettiamo a fianco di chi ha voglia di investire nelle proprie attività per incentivare l’uso degli spazi urbani come luogo di socialità attiva. Con i contributi, oltre a incentivare l’apertura di nuovi esercizi che portino frequentazione ‘sana’ nella zona, sosteniamo processi di ammodernamento estetico e tecnologico, comunicazione e marketing, risparmio energetico, acquisto e installazione di dotazioni di sicurezza”.

Tra i criteri introdotti nel bando c’è l’esclusione, sia per le attività da riqualificare, sia per quelle da insediare, degli esercizi che includono anche parzialmente articoli per soli adulti; attività di scommesse e apparecchi per il gioco d’azzardo (a meno che nelle attività esistenti siano dismessi entro il 31 dicembre 2017); attività di “compro oro”; vendita armi, munizioni e materiale esplosivo, inclusi i fuochi d’artificio. Altro importante criterio di selezione, che riguarda le nuove attività da aprire, è la valorizzazione delle specificità produttive e culturali del territorio modenese e delle vocazioni dell’area, cioè la capacità del progetto d’impresa di promuovere le specificità del territorio, con orientamento dell’attività a servizio dei residenti e dei potenziali fruitori dell’area a completamento delle trasformazioni urbane in corso. Per le riqualificazioni delle attività già insediate in viale Gramsci, via del Mercato e via Toniolo, aperte al pubblico al 28 luglio 2017, i contributi valgono per la metà delle spese ammissibili, fino a un massimo di 8.000 euro, per investimenti minimi di 3.000 Iva esclusa. Gli interventi di riqualificazione previsti sono finalizzati a migliorare l’immagine e la fruizione degli spazi interni ed esterni del punto vendita, all’ampliamento o consolidamento del prodotto/servizio offerto; di riqualificazione organizzativa/gestionale con adozione/aggiornamento di dotazioni informatiche, soluzioni tecnologiche e digitali, formazione del personale. Per la sezione nuove attività, invece, verrà assegnato un contributo a fondo perduto di 10mila euro erogati all’apertura al pubblico e a seguito della rendicontazione delle spese approvate e sostenute, per un importo minimo di 20mila euro Iva esclusa. Sarà premiata, tra l’altro, insieme alla fattibilità del progetto e alla valorizzazione delle specificità del territorio, la capacità di innovare differenziandosi rispetto ai format già presenti e di avere attrattività anche a livello cittadino; l’originalità, ampiezza e varietà di offerta merceologica e servizi proposti.

Le domande dovranno pervenire entro le ore 12 del 28 settembre tramite posta elettronica certificata (PEC) (politicheeconomiche@cert.comune.modena.it).

Bando e allegati sono sul sito www.comune.modena.it sezione Bandi di gara e altri avvisi. Informazioni al Servizio Promozione della Città e Turismo (via Santi 60, t. 059 2033601, e-mail progetti.economici@comune.modena.it).

Ringraziamo il Quartiere 3 – aggiunge l’assessora Ferrari – che si è fatto subito copromotore dell’iniziativa, e le associazioni di categoria, con le quali abbiamo condiviso il bando, e che ci aiuteranno a farlo conoscere e spiegarne i contenuti affinché tutti gli interessati possano trarne il massimo beneficio”. Confesercenti, Cna, Confcommercio, Lapam Federimpresa, infatti, offrono consulenza gratuita su modalità di partecipazione e presentazione della domanda, anche ai non associati.

Advertising