Firenze Il Comune e l’Università di Firenze insieme contro il disagio acustico nelle scuole

da
Advertising

Il Comune (direzione servizi tecnici) e il laboratorio di fisica ambientale del dipartimento di ingegneria industriale (DIEF) dell’università di Firenze hanno firmato un accordo per la ricerca di per ridurre il disagio acustico nelle scuole. In particolare si punta a individuare «criteri generali per la determinazione della qualità acustica degli ambienti scolastici ed eventuale correzione dei parametri sonori al fine di ridurre il potenziale disagio acustico degli alunni e di migliorare la qualità dei luoghi di apprendimento».

Le ricerche condotte in campo internazionale mostrano in modo inequivocabile come possano sussistere difetti di apprendimento nei bambini – soprattutto della prima età scolare – che svolgono la loro attività in ambienti acusticamente inadatti, soprattutto sotto il profilo del riverbero troppo elevato e comunque con carente intelligibilità del parlato. Questo problema, che affligge indistintamente tutti gli alunni, diventa un vero e proprio ostacolo all’apprendimento per i bambini con disabilità uditiva e comunque per tutte quei bambini che presentano problematiche che possono aggravarsi in ambienti sonori non idonei.

Il Comune ha incaricato i professori universitari Simone Secchi e Gianfranco Cellai di individuare un campione di scuole tipologicamente rappresentativo del patrimonio scolastico comunale dal punto di vista storico e tecnologico in modo da determinare soluzioni di valenza generale applicabili al patrimonio scolastico a partire dalla identificazione tipologica degli ambienti su cui l’amministrazione volesse intervenire.

In accordo con il Comune, per l’individuazione dei casi di studio, grazie alla collaborazione dell’associazione IOPARLO onlus (associazione di genitori di bambini con problematiche di carattere uditivo) sono state individuate alcune scuole che ospitano bambini con disabilità uditiva: le scuole dell’infanzia Sansovino, Rodari, la scuola primaria Montagnola, le scuole dell’infanzia e primarie La Pira e Benedetto da Rovezzano, le primaria e secondaria di primo grado Sauro Papini, le scuole secondarie di primo grado Machiavelli e Verdi. (fn)

Fonte: Comune di Firenze

Advertising