Firenze Viale Corsica, stasera assemblea sulla sostituzione delle piante

da
Advertising

“I lavori per la sostituzione degli alberi in viale Corsica sono stati sospesi per poter svolgere un supplemento informativo con gli abitanti della zona, e ripartiranno al più presto”. Il presidente del quartiere 5 Cristiano Balli questa mattina era presente insieme ai tecnici del Comune in viale Corsica ed ha convocato l’assemblea con i cittadini che si svolgerà questa sera. “Abbiamo deciso di convocare un’assemblea aperta per questa sera alle 19 presso la sede del Quartiere 5 in via Baracca – spiega Balli – in cui i tecnici del Comune entreranno nel dettaglio dell’intervento della sostituzione dei 59 alberi presenti con altri 70 nuovi soggetti arborei. Si tratta di un ulteriore passaggio informativo dopo tutti quelli svolti fino ad ora, a partire dalle comunicazioni fatte durante il consiglio di quartiere lo scorso 12 luglio a cui hanno partecipato l’assessore all’ambiente Alessia Bettini e il responsabile del servizio verde pubblico di Palazzo Vecchio e quelle fatte in commissione ambiente il 20 luglio scorso con tutti i dettagli dell’intervento. L’assessore Bettini ha inoltre fatto una conferenza stampa e le notizie sull’intervento di viale Corsica sono state pubblicate dalla stampa e sulle tv cittadine. Non è mancato neppure il classico volantinaggio porta a porta nella zona oggetto dell’intervento proprio per dare diffusione più ampia possibile alla notizia”. Intervento che è stato progettato a seguito del crollo di un ippocastano presente in viale Corsica avvenuto il 26 ottobre 2016. Da questo episodio sono state condotte indagini approfondite sullo stato delle piante che hanno evidenziato problemi agli apparati radicali tali da spingere l’amministrazione a programmare la sostituzione dei 59 ippocastani con 70 peri da fiore, piante fra l’altro già presenti lungo il viale. Ha fatto seguito il normale iter di approvazione del progetto e di gara per l’affidamento dei lavori consegnati stamattina alla ditta esecutrice. (sp)

 

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising