MODENA – MODENA, A LUGLIO L'INFLAZIONE SU BASE ANNUA SALE A + 2,0 %

da
Advertising

È stata calcolata a + 2,0 % su base tendenziale annua l’inflazione di luglio 2017 a Modena. Segno positivo, + 0,7 %, anche per la variazione su base congiunturale mensile rispetto a giugno. È quanto risulta dalle rilevazioni del servizio Statistica del Comune di Modena per il calcolo provvisorio dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic).

Cinque delle 12 divisioni prese in esame sono state rilevate in aumento, quattro in calo, e tre invariate (“Istruzione” “Servizi sanitari e spese per la salute” e “Abbigliamento e calzature).

La divisione “Servizi ricettivi e ristorazione” con + 4,7 % ha registrato l’incremento maggiore, dovuto principalmente all’aumento dei servizi alloggio in città per il concerto di Vasco Rossi del 1 Luglio (che ha inciso anche sull’indice generale). Altri aumenti anche in villaggi vacanze e agriturismi rilevati a livello nazionale.

Il calo percentuale più sensibile rispetto a giugno (- 0,8 %) è stato rilevato in due divisioni: “Alimentari e bevande analcoliche” e “Comunicazioni”. Nel primo caso la divisione è in diminuzione per frutta e ortaggi, zucchero, confettura e dolciumi, prodotti alimentari per bambini, caffè, acque minerali, bevande analcoliche e succhi di frutta. In controtendenza invece troviamo in aumento pane e cereali, pesci e prodotti ittici, latte e formaggi, oli e grassi. Nella divisione “Comunicazioni”, a intera rilevazione nazionale, si è riscontrata la diminuzione dei servizi di telefonia, fissa e mobile, compensata in parte dall’aumento dei servizi internet su rete mobile.

Per “Ricreazione, spettacolo e cultura” (+ 1,7 %) l‘incremento congiunturale della divisione è il risultato degli aumenti registrati per giochi elettronici, alimenti per animali, servizi ricreativi, libri, articoli di cancelleria e pacchetti vacanza (rilevazione Istat). In calo apparecchi fotografici e audiovisivi, articoli sportivi e giornali (rilevazione Istat). L’aumento della divisione “Trasporti” (+ 0,8 %) è dovuto principalmente a motivi di natura stagionale per il trasporto passeggeri aereo e marittimo (rilevazione nazionale) e servizi relativi ai mezzi di trasporto (rilevazione locale). In calo i carburanti alla pompa e il trasporto passeggeri su rotaia rilevati dall’Istat.

Nella divisione “Mobili, servizi e articoli per la casa” (+ 0,7 %) si segnalano aumenti nei mobili, arredi e piccoli elettrodomestici. In calo grandi apparecchi elettrodomestici e beni non durevoli per la casa.

Il modesto aumento (0,1 %) di “Altri beni e servizi” è dovuto all’oreficeria e alle assicurazioni dei mezzi di trasporto. In controtendenza, sono in calo nella stessa divisione gli apparecchi elettrici e i prodotti per la cura della persona.

È risultata in calo (- 0,4 %), la divisione “Abitazione, acqua, elettricità e combustibili”, in cui la diminuzione è dovuta alle nuove tariffe del gas uso domestico (in calo rispetto al trimestre precedente), gasolio da riscaldamento e dei combustibili solidi. In aumento invece le tariffe dell’energia elettrica rilevate a livello nazionale.

Leggera diminuzione (- 0,1 %) per Bevande alcoliche e tabacchi dove sono in lieve calo birre e vini.

Sul sito (www.comune.modena.it/serviziostatistica/pagine/prezzi/prezzi.shtml), sono consultabili anche i dati sull’inflazione dei mesi precedenti.

Advertising