BOLZANO – Citt di Bolzano – Comune-Ipes: firmato protocollo d’intesa per la gestione condivisa delle graduatorie dei richiedenti alloggi di edilizia sociale

da
Advertising

Il Sindaco Caramaschi e il presidente Schweigkofler hanno sottoscritto apposita intesa

Il primo atto formale verso la gestione condivisa della
graduatoria generale dei richiedenti alloggi di edilizia sociale
sul territorio comunale di Bolzano stato sottoscritto
quest’oggi in municipio dal Sindaco del capoluogo Renzo Caramaschi
e dal presidente dell’Istituto per l’Edilizia Sociale della
Provincia Heiner Schweigkofler. Si tratta di un protocollo d’intesa
in linea con il programma di governo della citt che mira a
concretizzare nel corso del 2017 un tavolo di concertazione con
l’IPES per individuare sinergie e procedimenti amministrativi che
possano sfociare in una collaborazione proficua per entrambi gli
enti.
Il primo degli obiettivi comuni e condivisi dunque la
creazione e la gestione di un’ unica graduatoria generale per i
richiedenti alloggi di edilizia sociale. L’intesa suggellata con le
firme dei rappresentanti di Comune e Ipes in calce al documento
prevede in sostanza di redigere di comune accordo, un progetto
operativo che regoler le attivit al fine di gestire
congiuntamente la graduatoria generale dei richiedenti alloggi di
edilizia sociale sul territorio del Comune di Bolzano e a darne di
conseguenza piena attuazione.
Il protocollo d’intesa sottoscritto da Caramaschi e Schweigkofler
avr una durata di quattro anni con l’impegno, dopo una
valutazione dei risultati raggiunti, di prorogare o rinnovare la
durata dell’accordo.
“Si tratta – ha commentato il Sindaco Caramaschi- di un primo
importante passo nella giusta direzione per agevolare in primis il
cittadino che si potr rivolgere ad un unico ente per
depositare l’istanza di assegnazione di un alloggio IPES o di
propriet comunale. Istanza chepotr
sfociarein un’unica graduatoria la quale costituir la
base per l’assegnazione degli alloggi liberi di entrambi gli enti.
Questo protocollo -ha concluso Caramaschi- costituisce un primo
step di collaborazione sinergica tra i due enti
nell’amministrazione del proprio patrimonio immobiliare a cui nel
seguiranno altri”.

Advertising