[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Agroalimentare: Shaurli, anche miele tra prodotti Aqua del Fvg

da
Advertising


Udine, 23 agosto – “Il miele si aggiunge ai prodotti che possono ottenere il marchio regionale di qualità Aqua”.

Lo annuncia l’assessore alle Risorse agricole e forestali, Cristiano Shaurli, dopo l’approvazione definitiva, da parte della Giunta regionale, del disciplinare che individua i criteri tecnici di produzione, tracciabilità, confezionamento e conservazione del miele per ottenere la certificazione Aqua, il marchio di qualità a chilometro zero del Friuli Venezia Giulia riconosciuto dalla Comunità europea.

“Oggi si è concluso positivamente un iter iniziato nel 2016 con la procedura di verifica da parte della Commissione europea”, conferma Shaurli, ricordando che “a fine luglio abbiamo superato alcune osservazioni avanzate dalla Commissione, dalla Svezia e dalla Spagna, ed il 7 agosto il direttore generale dell’Agenzia per lo sviluppo rurale Ersa Fvg ha licenziato il nuovo disciplinare”.

Potrà fregiarsi del marchio di qualità Aqua il miele che rispetterà tutte le indicazioni e i parametri contenuti nel disciplinare appena approvato con riferimento alla gestione degli alveari, ai controlli sanitari, alla produzione, raccolta, estrazione e conservazione del miele. Il disciplinare contiene specifiche indicazioni anche con riguardo al confezionamento, all’etichettatura e alla tracciabilità del prodotto.

“Un risultato – conclude Shaurli – che conferma la crescente attenzione dei nostri agricoltori per il marchio regionale Aqua e che, soprattutto, si unisce al crescente riconoscimento dei consumatori, sempre più attenti alla tracciabilità ed alla garanzia data dai prodotti a chilometro zero e conseguentemente all’attenzione crescente di commercio e grande distribuzione per il nostro marchio”.

Oltre al miele i prodotti regionali che a seguito dell’approvazione del relativo disciplinare tecnico possono già ottenere il marchio Aqua sono l’asparago bianco, le vongole e cozze, la patata, il latte crudo vaccino e derivati, la carne suina, la trota iridea e salmerino, la mela e i suoi derivati.

La Giunta regionale ha inoltre approvato i criteri e le modalità di concessione di un finanziamento all’Università di Udine per un progetto triennale di ricerca e sperimentazione sulle api allevate e sulle piante di interesse apistico. Il regolamento dovrà essere ora vagliato dalla Commissione europea prima della sua approvazione definitiva. ARC/SSA/fc

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Advertising