[REGIONE PIEMONTE] Comital: la Regione chiede di sospendere i trasferimenti di materiale

da
Advertising

Il presidente della Regione, Sergio Chiamparino, e l’assessora al Lavoro, Gianna Pentenero, hanno interpellato il 23 agosto l’amministratore delegato della ditta Comita-Lamalu per invitarlo a sospendere il trasferimento del materiale dallo stabilimento di Volpiano in attesa dell’incontro tecnico tra le parti già fissato dalla Regione per il 4 settembre per valutare ogni possibile soluzione alternativa ai licenziamenti.

“Cercare di mantenere un buon livello della comunicazione e delle relazioni sindacali e istituzionali – ha dichiarato Pentenero – appare quanto mai necessario per stemperare la tensione e comunque per poter proseguire il dialogo tra le parti”.

La vicenda della Comital è assai complessa. Come riassume Pentenero “la decisione del consiglio di amministrazione di cessare le attività e la concomitante apertura della procedura di licenziamento collettivo non facilita il dialogo tra le parti. La Regione si è posta sin dall’inizio con un ruolo di mediazione ed ha offerto il proprio sostegno ai lavoratori aprendo un tavolo di confronto per cercare delle soluzioni. La proprietà inizialmente ha manifestato l’intenzione di procedere ad una vendita dell’azienda e la Regione ha dichiarato la propria disponibilità ad accompagnare questa scelta attraverso l’eventuale utilizzo delle linee di finanziamento gestite da Finpiemonte, qualora ne ricorressero le condizioni, e comunque la volontà di mettere in atto ogni utile azione volta a facilitare l’individuazione di un acquirente solido che garantisse le migliori condizioni di mantenimento sia dei livelli occupazionali sia dell’esistenza stessa dell’azienda. Purtroppo, al momento, non pare vi siano riscontri in merito, ma siamo certi che si possano adottare soluzioni meno drastiche del licenziamento collettivo e per ragionare in quest’ottica incontreremo la proprietà per verificare se ci sono possibilità concrete per la continuità lavorativa e produttiva”.

Author Donatella Actis Questo indirizzo email è protetto dagli . È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Fonte: Regione Piemonte
Fonte: ANSA

Advertising