Firenze Taglio pini piazza Stazione, Amato (AL) e Grassi (Frs-SI): “Un cantiere disastro, improvvisato, irregolare e insicuro”

da
Advertising

“E’ un cantiere disastro, improvvisato, irregolare e insicuro quello di piazza Stazione per l’abbattimento dei pini”. Lo affermano i consiglieri Miriam Amato di Alternativa Libera e Tommaso Grassi di Firenze riparte a sinistra che hanno presentato una interrogazione urgente dopo aver visionato la numerosa documentazione fotografica e video sui social che hanno rappresentato la mancata osservanza di varie prescrizioni previste al cantiere per la viabilità e sicurezza dello stesso. “E’ stato utilizzato – affermano i due consiglieri – come recinzione del cantiere prevalentemente il nastro segnaletico bianco/rosso a ridosso delle alberature in abbattimento che ha permesso spesso il passaggio di pedoni e turisti, anche dotati di bagagli, all’interno del cantiere in funzione, senza che alcun addetto se ne avvedesse. Inoltre è stato visto un operatore con la motosega che da una piattaforma mobile tagliava i rami che cadevano nella carreggiata sottostante senza che la circolazione dei veicoli fosse deviata, mettendo quindi in pericolo il passaggio delle auto. E poi – aggiungono Amato e Grassi – all’esterno del cantiere era assente qualsiasi cartello con i dati sui lavori in esecuzione e le relative autorizzazioni”. Ma l’aspetto più imbarazzante, secondo i due consiglieri, è stato che l’impresa dei lavori ha pure sbagliato la cartellonistica, perché l’atto amministrativo citato nei cartelli si riferiva agli altri lavori in Viale F. Strozzi, Viale Belfiore, Piazzale di Porta a Prato e nel Viale Fratelli Rosselli. Per questo i due consiglieri chiedono con l’interrogazione al sindaco “se è a conoscenza della conduzione improvvisata, irregolare e insicura del cantiere di piazza Stazione e se sono stati effettuati controlli al cantiere da parte della Polizia Municipale e con quali risultati”. (s.spa.)

Ecco il testo integrale dell’interrogazione urgente con oggetto: abbattimento pini in piazza Stazione e sicurezza e regolarità del cantiere

Visto l’abbattimento di 19 pini in piazza Stazione, iniziato giovedì 24 agosto e ancora in corso alla data odierna, lunedì 28 agosto;

Ricordata la Determinazione Dirigenziale n. n. 02403 del 15/05/2017 con l’aggiudicazione dei lavori di piazza Stazione e S. Marco e dei viali Belfiore, Rosselli e Strozzi alla Ditta VIVAI BARRETTA GARDEN s.r.l. di Melito di Napoli (col ribasso pari a 29,710%) per un importo di € 76.506,64;

Ricordata la DD n. 2017/M/06494 del 22/08/2017 – Provvedimenti Viari in Piazza della Stazione per lavori di abbattimento alberi – Salvatore Trotta per conto della Direzione Ambiente del Comune di Firenze – che prescrive all’impresa Barretta “con decorrenza dal giorno 24/08/2017 al giorno 16/09/2017, con validità dalle ore 07.00 alle ore 20.00″ l’adozione di numerosi provvedimenti in materia di circolazione veicolare in piazza Stazione, in conseguenza del cantiere in funzione;

Vista la numerosa documentazione fotografica e video sui social che hanno rappresentato la mancata osservanza di varie prescrizioni previste al cantiere per la viabilità e sicurezza dello stesso;

Vista l’erronea e scarsa segnaletica stradale relativa al cantiere, apposta per più giorni, come l’indicazione di altra DD della Mobilità, la n. 5997 relativa ad altri lavori in Viale F. Strozzi, Viale Belfiore, Piazzale di Porta a Prato e nel Viale Fratelli Rosselli, e non la n.6494 relativa a piazza Stazione;

Considerato che è stato utilizzato come recinzione del cantiere parte di reti di un cantiere precedente, probabilmente legato alla Tramvia Linea 3, e soprattutto nastro segnaletico bianco/rosso a ridosso delle alberature in abbattimento, che ha permesso spesso il passaggio di pedoni e turisti, anche dotati di bagagli, all’interno del cantiere in funzione, senza che alcun addetto se ne avvedesse; Constatato che un operatore con la motosega da una piattaforma mobile tagliava i rami che cadevano nella carreggiata sottostante senza che la circolazione degli veicoli fosse deviata;

Considerato che all’esterno del cantiere era assente qualsiasi cartello con i dati sui lavori in esecuzione e le relative autorizzazioni, indicante fra l’altro il committente, l’impresa esecutrice, il nome del direttore dei lavori e del direttore di cantiere, data di inizio e fine lavori;

SI INTERROGA IL SINDACO con urgenza per sapere

1) se è a conoscenza della conduzione improvvisata, irregolare e insicura del cantiere di piazza Stazione per l’abbattimento dei pini;

2) se sono stati effettuati controlli al cantiere da parte della Polizia Municipale e con quali risultati;

3) se i lavori sono stati effettuati dalla ditta appaltante, la VIVAI BARRETTA GARDEN s.r.l. di Melito di Napoli, oppure da un subappaltante;

4) chi fosse il direttore dei lavori e se abbia effettuato controlli al cantiere.

I Consiglieri Miriam Amato e Tommaso Grassi  

Fonte: Comune di Firenze

Advertising