[Lucca] LA VISIONE DI MELIA | – Notizie

da
Advertising

Lucca –

Viaggio mistico nel mondo dell’oltreManifesto La Visione di Melia 70x100-1
Dopo il grande successo nel 2013 dello spettacolo IL SOGNO DI MELIA e del VIAGGIO DI MELIA DEl
2015, SABATO 2 Settembre alle ore 21 andrà in scena, nella suggestiva cornice del Chiostro di San
Micheletto – Lucca, La Visione di Melia, un originale spettacolo scritto e interpretato da Paola
Massoni, il terzo della TRILOGIA Sinestesia sulle esperienze della Ninfa MELIA. Un prodotto artistico
frutto di numerose collaborazioni; oltre alla protagonista e autrice, il Soprano Paola Massoni, infatti la
performance vedrà sul palco tanti musicisti, ballerini e artisti lucchesi e toscani di alto livello, tra cui il
Direttore Carlo Bernini, maestro e responsabile artistico di Andrea Bocelli, Marco Cattani, Max
Guerrero, i musicisti Anastasia Ossipova, Ilaria Gigli, Elisa Barsella, Elisabetta Casapieri, Marius
Cojocariu, Giulia Matteucci, Elena Giannesi, Glenda Poggianti, Massimo Marconi; i cantanti Simona
Bertini, Alessia Gelichi, Salvatore Gaias Dejua, Andrea Paolucci, Alice Tarabella, Irene Buoni, le
danzatrici Elisa Giovannelli e Michela Giannelli, Raffaella De Salvi,Elisa Lorenzoni, Martina Mecchi,
Manuela Nutricati, Michele Simi, regia di Emiliana Paoli. L’audio sarà curato da Luca Contini.
Presenterà l’evento Debora Pioli.
L’evento è organizzato dall’Associazione Kalliope, Accademia della Voce Artistica, con il patrocinio
del Comune di Lucca, della Provincia di Lucca, del Comune di Capannori, grazie al contributo della
Fondazione BML, del sostegno della Fondazione CRL e dell’appoggio di alcuni sponsor tecnici quali:
Casa Musicale Pietrasanta, Elisa Estetica e Acconciature, Amandla Production.
Preceduto da Il Sogno di Melia e da Il Viaggio di Melia, di cui conserva le medesime caratteristiche strutturali, LA
VISIONE DI MELIA si presenta come un Concerto Recitante lirico-elettronico, con testo poetico e musiche

originali di Paola Massoni e si articola come un monologo con musica, poesia, danza, giochi di luce e video-
proiezioni. Melia, dopo aver esplorato il mondo della Natura e dell’Anima, affronta ora nella “Visione” il

passaggio dal mondo sensibile a quello del Trascendente.
Il testo è, infatti, il racconto poetico di uno straordinario viaggio nella realtà nascosta dietro le sembianze apparenti,
in un mondo che va oltre le categorie spazio-temporali proprie della percezione umana.
Il programma musicale, trattato in modo sperimentale, ricco di contaminazioni, tanto da poter rientrare nel genere
della World Music, è costituito quasi interamente dalle composizioni di Paola Massoni, scritte appositamente per la
“Visione” e da alcuni inconfondibili brani della grande musica classica di Luporini, Saint Saens e De Falla, alcune
arrangianti dalla stessa e altre da Marco Cattani e proposti dalla voce dell’autrice, Paola Massoni, Soprano e attrice,
accompagnata da un ensemble orchestrale di impronta tradizionale classica (archi, fiati, pianoforte) diretto dal
maestro Carlo Bernini, affiancato dalla sezione elettronica di Max Guerrero, dal coro da camera di cantanti
professionisti, voci bianche e dal corpo di ballo diretto da Elisa Giovannelli e Michela Giannelli che si muoveranno
in una scena animata dal gioco di luci e da video proiezioni con la regia di Emiliana Paoli.
Un finale luminoso per una trilogia nel suo insieme davvero suggestiva ed evocativa, sospesa tra realtà e fantasia
nel contenuto e sperimentale nella forma; la voce, la recitazione in poesia, la danza, la ritmica e il particolare
impasto timbrico scelti, fanno di SINESTESIA un unicum da scoprire e valorizzare, capace di portare il pubblico
in un’atmosfera indefinita, surreale e soprattutto coinvolgente, propria di un fantastico viaggio onirico.

Fonte Verde Azzurro

Advertising