Firenze Linee 2 e 3 tramvia, Forza Italia: "Basta prendere in giro i fiorentini, Nardella ammetta i ritardi e spieghi come intende risolvere i problemi"

da
Advertising

“Purtroppo avevamo ragione, quando dopo un sopralluogo sui cantieri a Ferragosto abbiamo denunciato i ritardi nei lavori di realizzazione delle linee 2 e 3 della tramvia. Ma, con una faccia tosta davvero incredibile, neppure adesso il sindaco Nardella e i suoi ammettono di essere in difficoltà: la data romantica del 14 febbraio 2018 diventa come per magia quella di fine lavori, invece di inizio delle corse come avevano sempre detto. Ma se c’è una cosa proprio difficile da fare con i fiorentini, è di prenderli per il naso”. Così il capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai commenta le ultime notizie stampa sui tempi di realizzazione delle due linee tramviarie insieme al gruppo consiliare di Palazzo Vecchio e al coordinatore cittadino del partito Marco Stella.

“Ma oltre alla presa in giro, c’è dell’altro: il parcheggio scambiatore all’aeroporto di Peretola, ad esempio, sarà realizzato in tempo per l’inizio dell’esercizio della linea 2? Ad oggi non si è ancora mossa foglia, e senza la possibilità di lasciare l’auto a Peretola viene meno il senso stesso della linea, che dovrebbe essere quello di abbattere il traffico in entrata in città. E la sistemazione delle strade attraversate dal tram sarà completata in tempo, o serviranno aggiustamenti che causeranno nuovi disagi ai cittadini a tram già in funzione? Quanti e dove saranno i posti auto ricavati per i residenti? Sono queste alcune delle domande che porremo a partire dal prossimo 11 settembre in consiglio comunale a sindaco e giunta” aggiungono gli esponenti azzurri.

“Noi restiamo convinti che neppure la data di fine lavori a febbraio 2018 sarà rispettata. Non si tratta soltanto di doppi turni o di quantità di operai al lavoro; i ritardi accumulati sono in buona parte sui tempi tecnici dei cantieri, e non è difficile capire che è già troppo tardi per poter rimediare. Vedremo. Noi, oltre a smascherare le prese in giro di Nardella ai fiorentini, daremo battaglia perché i disagi subiti dai fiorentini siano ridotti al minimo da qui a giugno 2018 (ma più probabilmente settembre-ottobre), quando il sistema del trasporto pubblico entrerà finalmente a regime. Almeno quello” concludono Cellai, i consiglieri e Stella. (fdr)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising