Firenze Grassi, Trombi e Verdi (Firenze Riparte a Sinistra): “Inaccettabili le affermazioni del consigliere Razzanelli sulla Moschea, colpevole il silenzio del PD”

da
Advertising

“Sulla Moschea di Firenze il PD ha detto tutto e il contrario di tutto, con timidi balzi in avanti (si pensi alla proposta del Sindaco Nardella relativa alla caserma Gonzaga) e clamorose marce indietro (dopo che Renzi stesso bacchettò il primo cittadino di Firenze sulla stessa proposta), passando da posizioni più propositive e collaborative, ad atteggiamenti più attendisti e prudenti.

I dati di fattoche constatiamo purtroppo – sostengono i consiglieri di Firenze riparte a sinistra Grassi, Trombi e Verdi – sono due: il PD non ha l’autorevolezza né il coraggio per risolvere un problema ormai insopportabile e, di conseguenza, ancora la Comunità Islamica fiorentina, la cui corposità è adeguata all’importanza della nostra città, non ha ancora una sede dignitosa e idonea ad ospitare i fedeli che vogliono, come previsto dalla nostra Costituzione, professare la propria fede.

In questo scenario, il consigliere di Forza Italia Razzanelli è intervenuto a sostegno della giunta Nardella con un comunicato stampa tanto inopportuno nei modi, quanto inaccettabile nei contenuti.

Non sorprende tanto la mano tesa dal partito di Berlusconi, quanto il silenzio del PD che non solo non ha chiesto le dimissioni del consigliere di Forza Italia per le pesanti illazioni e le affermazioni al limite dell’offensivo del suo comunicato stampa, ma non ha neppure preso le distanze da quanto è stato detto.

In un momento storico così delicato, in cui tutti dovrebbero cercare di buttare acqua sul fuoco, di costruire percorsi seri di integrazione, di colmare le disuguaglianze, crediamo sia irresponsabile l’atteggiamento di Razzanelli e colpevole il silenzio e l’inanità del PD.

Ci auguriamo che la città di Firenze risponda e ripudi chi fomenta l’intolleranza e la paura.

Auspichiamo infine – concludono i consiglieri di Firenze riparte a sinistra Grassi, Trombi e Verdi – che il percorso partecipativo per la costruzione della Moschea di Firenze del 2012 sia ripreso e realizzato quanto prima con il supporto del Comune e nel rispetto della Costituzione e della comunità fiorentina tutta, e che il PD voglia infine uscire dall’immobilismo e governare con serietà un processo così fondamentale per la nostra Città”. (s.spa.)

 

Fonte: Comune di Firenze

Advertising