[Lucca] Bilancio catastrofico per i boschi toscani

da
Advertising

Lucca –

WhatsApp-Image-2017-08-08-at-17.29.35-372x209

 

Fra l’inizio di maggio e l’ultima settimana di agosto, in Toscana sono bruciati oltre duemila ettari di bosco, ovvero cinque volte la superficie interessata da roghi nello scorso anno. Neppure la provincia di Lucca si è sottratta a questo flagello; mentre le prime piogge settembrine iniziano a riportare un po’ di refrigerio sul nostro territorio, gli uomini della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco sono ancora impegnati nella stima dei danni causati del grande incendio che si è sviluppato fra i boschi di Chiozza, nel comune di Castiglione di Garfagnana. Sono oltre cinquanta gli ettari andati in fumo a causa del rogo di origine dolosa, che si è sviluppato nella notte del ventotto agosto. A complicare ulteriormente il lavoro dei volontari si è aggiunto inoltre un secondo incendio, sviluppato sul monte Metato, nei pressi di Camaiore.

“Si tratta” ha dichiarato Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente, “di danni inestimabili agli ecosistemi colpiti, peraltro già effetti dalla precaria tenuta idrogeologica del territorio. A ciò si aggiunge un danno economico enorme. Chiediamo un impegno maggiore alla Regione Toscana e alle autorità nazionali per assicurare un adeguato supporto, a partire dai mezzi e dal personale di terra, per fronteggiare con maggiori risorse questa tragica emergenza. Oggi, contro il fuoco criminale, oltre il delitto di incendio doloso si può e si deve applicare la legge sugli ecoreati.”

di Claudio Vastano

Fonte Verde Azzurro

Advertising