[Lucca] Il Fiume più curato. Il gruppo “Noi che amiamo il Serchio” organizza per sabato mattina la pulizia del parco fluviale:

da
Advertising

Lucca –

Il Fiume più curato. Il gruppo “Noi che amiamo il Serchio” organizza per sabato mattina la pulizia del parco fluviale:

appuntamento alle 8,30 alla Terrazza PetroniVolantino iniziativa pulizia Serchio

 

La partecipazione come motore per la cura, la pulizia e la promozione del Fiume Serchio e del parco fluviale. Si è dato appuntamento sabato prossimo (9 settembre), alle otto e mezza della mattina alla Terrazza Petroni, un gruppo di cittadini, da poco costituito e subito battezzatosi “Noi che amiamo il Serchio”. Armati di sacchetti di plastica, guanti e qualche ramazza, s’impegneranno per una mattinata a rimuovere i rifiuti che pochi ma dannosi incivili gettano (ahimè sempre più spesso) nelle pertinenze di quello che, a tutti gli effetti, è uno dei principali gioielli ambientali e naturalistici del nostro territorio. “Noi che amiamo il Serchio” è anche una pagina di facebook che, nel giro di una manciata di giorni, ha raccolto già centinaia di adesioni.

“Il Serchio e il parco fluviale rappresentano una delle ricchezze più importanti che noi lucchesi abbiamo a disposizione: è un bene comune di una bellezza unica, quanto fragile e delicata – spiegano gli organizzatori – Noi siamo convinti che le potenzialità del Fiume oggi non siano tutte espresse al massimo; siamo convinti che il Serchio abbia bisogno di più cura e di più attenzione; siamo convinti che molto sia possibile fare perché la nostra comunità possa riappropriarsi a pieno del destino di questo elemento così prezioso del nostro territorio. Noi che amiamo il Serchio, il nostro Fiume, siamo pronti a fare la nostra parte, a rimboccandoci le maniche. Attraverso iniziative ambientali, culturali, di socialità, vogliamo contribuire a rendere il Fiume più fruibile e fruito; più pulito; più sicuro; più amato. Partiamo dalla prima cosa che si fa con qualcosa a cui teniamo molto: partiamo quindi con la sua pulizia. Sabato percorreremo un tratto del parco fluviale, sia sulle sponde che sulle Vie Alzaie raccogliendo i rifiuti abbandonati o trasportati dal fiume stesso. Un punto di partenza, un innesco che ha un grande valore sia ambientale che sociale. Sarà anche spunto per parlare del fiume, delle sue criticità in modo da costruire un’idea progettuale, organizzare eventi che a cadenza regolare coinvolgeranno il Parco Fluviale. Pulendo il fiume faremo incontri con le svariate specie di animali che lo abitano: germani, aironi cenerini, garzette, martin pescatori, e poi rane e libellule. Vedremo quanto è dinamico il fiume e quanti habitat riesce a creare seppur arginato. Quando avremo percorso e pulito il Fiume lo sentiremo ancora più nostro e come succede per tutte le cose di valore, una volta curato, ne avremo più rispetto e tenderemo a proteggerlo sempre di più”.

Tutti possono partecipare all’appuntamento, anche i più piccoli. Per informazioni e adesioni, si può telefonare al 334/8071351 o al 347/3166283 o inviare una mail a noicheamiamoilserchio@gmail.com. Dopo la pulizia, alle ore 12,00, è in programma una piccola merenda al Foro Boario, durante la quale i partecipanti potranno confrontarsi sui progetti per il Fiume. Gli organizzatori raccomandano a tutti di presentarsi all’iniziativa con pantaloni lunghi e scarpe comode e chiuse; guanti e sacchetti saranno invece forniti.

 

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Comune di Lucca, Sistema ambiente e Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord.

 

Lucca, 5 settembre 2017

Fonte Verde Azzurro

Advertising