[Lucca] la FAMOSA CROSTATA DI BACOLINI o MIRTILLI

da
Advertising

Lucca –

Vaccinium myrtillus (Ericaceae) è il suo nome scientifico, ogni paese della provincia di Lucca dà un nome a questo bel frutto che, a quanto sembra, è ottimo se consumato fresco per la vista. e troviamo bacole e bacolini (in garfagnana ma anche a Volegno); bacoli (Ruosina) bacolini (Gallena, Retignano); bagoli (Fabbiano-La Cappella); bagolini (Terrinca); mirtillo (Azzano,Basati, Capezzano, Gallena, Giustagnana, Levigliani, Mulina); perletto (Azzano, Basati, Terrinca) I frutti di questa pianta sono generalmente usati per fare marmellate o consumati crudi. 21557998_1386821391417103_7595749360564612128_n
150 g di farina, 90 g di burro freddo a pezzi, scorza grattugiata di 1/2 limone, 75 g zucchero, 2 tuorli, un pizzico di sale 400 gr di marmellata di mirtilli.
prepariamo la pasta frolla, disponiamo la farina a fontana, mettiamo lo zucchero, un pizzico di sale, la scorza di 1/2 limone, i tuorli e lavoriamo velocemente con le dita, amalgamiamo bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere una palla che facciamo riposare in frigorifero per 40 minuti coperto da una pellicola trasparente.
Aggiungiamo il burro freddo e iniziamo ad impastare energicamente, imburriamo ed infariniamo una tortiera da 24 cm e stendiamo l’impasto che avrete steso col mattarello con uno spessore di 4-5 mm.
Ricoprite con la marmellata di mirtilli, poi infornate la nostra crostata in forno già caldo per 40 minuti circa a 180°
Se volete creare delle decorazioni usate la pasta rimasta mettendole sopra la crostata a piccole striscie.
Come vedete è molto facile, lo stesso procedimento è per le crostate di marmellata di altri frutti e niente vieta che sopra la marmellata vengano messi frutti freschi interi o a spicchi a seconda delle qualità usate. ricetta di ezio lucchesi

Fonte Verde Azzurro

Advertising