[Lucca] lucca – progetto per un museo sul podismo

da
Advertising

Lucca –

Tpl i fondatori nel 1976

Il progetto sulla nascita a Lucca di un museo, al momento a carattere virtuale, sul podismo sta prendendo vita
grazie al Comitato Organizzatore del Trofeo Podistico Lucchese – Associazione Podismo Non Competitivo.
Infatti è proprio di questi ultimi giorni la conferma che sono stati mossi i primi passi e sono avvenuti con un
incontro a Sorbanello con due personaggi che hanno legato il loro nome a questa associazione sportiva e alla
fondazione dello stesso movimento che ha preso nome di Trofeo Podistico Lucchese. Movimento che ormai
da 40 anni si sviluppa su strade asfaltate, rurali e sentieri toccando, oggi grazie agli appuntamenti podistici
dei due trofei Tpl e Il Sabato … si Vince, oltre cento località sia dell’intera provincia lucchese che
raggiungendone anche altre vicine ossia quelle di Pisa, Pistoia e Firenze ed in passato anche Livorno e Massa
Carrara con migliaia di marciatori appassionati del camminare a passo libero e dove nessuno resta
emarginato grazie ad avere istituito percorsi adatti a persone diversamente abili o con ridotte capacità
motorie e non escludendo neppure gli “amici dell’uomo” a quattro zampe. Tutto ciò fa assumere a questa
associazione la caratteristica che la identifica anche sotto l’aspetto umano e sociale di importante rilevanza.
Abbiamo effettivamente dato inizio alle attività di raccolta documentazione spiega l’attuale presidente del
Comitato Tpl e Associazione del Podismo Non Competitivo Vinicio Marchetti – sui cimeli e premi legati
all'attività podistica ed in particolare al Trofeo Podistico Lucchese.

Si è costituita una squadra di quattro
fotografi (tutti podisti): Laura Menesini, Giulio Gallo, Graziano Giuliani e Noemi Nannizzi, che hanno il
compito di raccogliere le immagini dei riconoscimenti e delle persone, che, dopo adeguata elaborazione,
cominciano a costituire un database che sarà la base su cui costruire il museo virtuale del podismo. Abbiamo
reperito molto materiale nella nostra sede, ma abbiamo anche avuto modo di visitare la casa di Gianfranco
Lombardi, uno dei fondatori del Tpl, dove abbiamo incontrato pure Roberto Martinelli, un altro dei
fondatori. Con loro abbiamo chiacchierato molto dei tempi in cui correvano e dei relativi premi, i fotografi
hanno scattato molte foto che vanno ad arricchire le immagini già raccolte. A causa di impegnai tra cui la
marcia unica nel suo genere "Lucca di notte" ci ha stoppato per adesso le attività, ma le riprenderemo quanto
prima. Tutti i gruppi sono stati avvertiti di questa iniziativa e pensiamo di poter reperire molto materiale, che
andrà poi organizzato per aree tematiche (premi, corse, persone, materiale illustrativo, ecc.) al fine di
realizzare un sito navigabile dove poter vedere le immagini ed ascoltare le interviste che andremo a
raccogliere. L’inizio per adesso ci vede impegnati stato verso i premi, ma si partirà anche in cerca dei cimeli
storici come: magliette, scarpe di quel tempo, attestati, tute e altro ancora e soprattutto l’oggetto cult della
prima manifestazione ovvero uno zaino alpino contenente circa otto chilogrammi di pietre e si prosegue negli
incontri “casalinghi” anche intervistando quelle figure storiche e personaggi che hanno sulle spalle anni ed
anni di podismo, tra aneddoti e ricordi
Dalle parole di Vinicio Marchetti quindi se evince che questa creazione di un museo, sia al momento virtuale
che in futuro anche in pianta stabile, non abbia solo lo scopo di una raccolta di informazioni e materiale
visivo, ma che possa essere il tramite per mantenere una memoria di quanto fatto nel tempo dai gruppi
sportivi e dal Tpl nonché dai podisti stessi.
ALLEGATO 3 FOTO
Due foto storiche tratte dal libro del Tpl “Sul filo della memoria … 25 anni 1977-2002”:
il mitico marciatore “Polvere” al secolo Romano Presentini scomparso nel 2004 con il suo inseparabile
sombrero
e l’allora gruppo dei fondatori del Tpl.
L’attuale consiglio direttivo del Tpl.

Fonte Verde Azzurro

Advertising