[Lucca] Lucca: accordo della Medicina dello Sport con il Trofeo Podistico Lucchese

da
Advertising

Lucca –

 

Un’opportunità in più per le persone anziane che vogliono praticare attività motoria

 

Lucca, 19 settembre 2017 – Dal mese di gennaio 2017 l’Azienda USL Toscana nord ovest – ambito territoriale di Lucca ha stipulato un accordo di collaborazione con il Trofeo Podistico Lucchese, per dare l’opportunità a tutte le persone anziane che devono praticare attività motoria e che magari aderiscono già alle altre iniziative promosse dall’Azienda sanitaria, quali Gruppi di cammino, Attività Fisica Adattata (AFA), di partecipare anche a questi eventi.

Il Trofeo Podistico Lucchese, infatti, è un’importante associazione che da anni organizza manifestazioni podistiche non competitive classificate come “attività ludico-motoria ricreativa”, quindi liberamente praticabile da tutti, in grado di coinvolgere un gran numero di persone e di valorizzare località e paesi del nostro territorio.

La struttura di Medicina dello Sport di Lucca e quella di Igiene Pubblica e Nutrizione, entrambe nell’ambito del Dipartimento della Prevenzione dell’Azienda USL Toscana nord ovest, hanno anche organizzato nella scorsa primavera un corso per Walking Leader (capo camminata) in cui sono stati formati dei volontari. Anche in questo caso l’obiettivo è quello aggregare gruppi di persone, costituire gruppi di cammino e passeggiare insieme su percorsi prestabiliti.

I gruppi, insieme ai partecipanti ai corsi di Attività Fisica Adattata, si potranno aggregare alle manifestazioni organizzate dal Trofeo Podistico Lucchese avendo così una ulteriore possibilità per praticare attività motoria su idonei percorsi adatti anche a persone con ridotte capacità funzionali, per di più potendo scoprire o riscoprire le bellezze naturalistiche e paesaggistiche del nostro territorio.

 

L’attività del Trofeo Podistico Lucchese

Tutto è iniziato nel 1972 quando l’Azienda Autonoma di Bagni di Lucca organizzò la prima marcia non competitiva della provincia di Lucca: vi parteciparono 150 marciatori, per lo più appassionati di escursioni in montagna, che non furono per niente intimoriti dalla lunghezza e dall’asperità del percorso ma che affrontarono con entusiasmo questa nuova esperienza, soddisfatti solo di arrivare e ricevere, in premio, una medaglia uguale per tutti.

Dopo oltre quaranta anni il movimento dei podisti non competitivi continua ad espandersi, con oltre mille persone che ogni domenica si danno appuntamento per prendere parte a queste manifestazioni ludico-motorie.

Questo movimento coinvolge intere famiglie unite in un’attività sportiva ricreativa che non esclude nessuno, dove ognuno è libero di esprimersi come vuole e che, di conseguenza, assume connotati umani e sociali di notevole rilevanza.

Dal 1976 il movimento non competitivo è sempre stato in costante crescita, e conta oggi oltre duemila soci. Il calendario del Trofeo Podistico Lucchese prevede sessanta manifestazioni podistiche su tutto il territorio provinciale e in alcune province vicine. Si tratta di un ambiente estremamente eterogeneo, che accoglie tutti e non crea disuguaglianze, dove ognuno si sente a proprio agio e portato a socializzare con gli altri.

Inoltre, da alcuni anni è stato organizzato anche il calendario delle marce del sabato pomeriggio che, con altre 40 manifestazioni, offre anche ai bimbi e alle famiglie la possibilità di muoversi, partecipando a passeggiate nel verde senza doversi alzare presto alla domenica.

Queste manifestazioni podistiche sono aperte a tutti ed è stata questa la carta vincente del Trofeo Podistico Lucchese: offrire a tutti la possibilità di camminare o correre nella natura, stare con gli altri senza l’ansia della competizione, dare ad ogni gruppo la possibilità di esprimere le proprie capacità organizzative.

Ogni manifestazione che fa parte del calendario prevede almeno tre percorsi di lunghezza diversa: la minimarcia, la media e la lunga; in questo modo ogni podista può scegliere il chilometraggio più consono alle proprie condizioni fisiche ed al proprio allenamento. Ciascun marciatore può inoltre partecipare nella maniera preferita, passeggiando e chiacchierando oppure correndo e sudando, sempre con il piacere di trovarsi ogni volta con diverse centinaia di persone che condividono la stessa passione.

 

I benefici dell’attività motoria

L’attività fisica praticata regolarmente incide in modo significativo sulla qualità della vita, migliorando lo stato di salute e riducendo il rischio di mortalità generale.

Sono numerosi, infatti i benefici fisiologici prodotti con conseguente riduzione del rischio di insorgenza di patologie importanti, quali malattie cardiovascolari, diabete, obesità, alcuni tipi di tumore e malattie osteo-articolari.

L’importanza di incentivare la pratica di attività motoria in tutte le fasce della popolazione è ampiamente documentata e sostenuta da una vasta gamma di evidenze scientifiche.

L’esercizio fisico moderato e regolare rappresenta uno strumento sia di prevenzione delle malattie cronico-degenerative, sia di promozione della salute per ogni individuo ma, in particolare, acquista importanza nella popolazione anziana, dove può rivelarsi come uno dei migliori strumenti a disposizione per garantirsi una autonomia funzionale e per assicurarsi la permanenza nella propria comunità di riferimento e quindi mantenere intatta la qualità della vita.

La Regione Toscana promuove da anni campagne per la promozione dell’esercizio fisico, soprattutto nelle fasce di età più avanzata, e per adottare corretti stili di vita, tali da garantire un invecchiamento attivo.

 

Medicina dello Sport: i contatti

Tutte le persone interessate ad approfondire queste tematiche possono rivolgersi alla sede della Medicina dello Sport nella Cittadella della Salute “Campo di Marte” (edificio C), nei giorni di mercoledì e venerdì, dalle 13,30 alle 18,00. In questi giorni ed orari è stato infatti attivato un punto informativo su Gruppi di Cammino ed Attività fisica Adattata e qui si possono avere informazioni anche sulle passeggiate organizzate dal Trofeo Podistico Lucchese.

Come detto, la struttura di Medicina dello Sport, in collaborazione con quella di Igiene Pubblica e Nutrizione, ha anche organizzato a primavera un corso per capo camminata.

Il personale della Medicina dello Sport, inoltre, da alcuni mesi sta portando avanti una campagna informativa nei confronti dei medici di famiglia, per favorire la promozione dell’attività motoria nelle persone anziane.

 

(sdg)

 

 

Fonte Verde Azzurro

Advertising