[ALTOPASCIO] Rolling Stones a Lucca: i controlli e le regole per accedere al concerto

da
Advertising


LUCCA. Controlli rigidissimi per evitare qualsiasi rischio sia in area prefiltraggio che in quella di filtraggio. E sulle auto della polizia – piazzate nelle arterie che sfociano verso la circonvallazione – sarà in funzione il sistema Mercurio, la piattaforma tecnologica per il controllo del territorio. E al comando delle operazioni in area concerto ci sarà ancora una volta lui: il vice questore Stefano Buselli. Sarà un caso, ma quando il gioco si fa duro, quando cioè ci sono eventi importanti (Notte Bianca, Comics) o a rischio (manifestazioni Anti G7) lui è sempre in prima fila. Rigorosamente in borghese.


Istruzioni per l’uso. Le tre grandi zone di prefiltraggio – Porta San Pietro, viale Europa e viale Carducci angolo via Pascoli, gli snodi principali per giungere all’area predisposta allo show di Mick Jagger e i suoi Rolling Stones – saranno controllate da un cordone di agenti che eviteranno, in primo luogo, l’assenza di spettatori privi di biglietto. Perché soltanto esibendo il ticket si potrà accedere all’area di prefiltraggio. Ci sono logicamente delle eccezioni. E riguardano i residenti che abitano in quelle zone e sono muniti di particolari permessi (portatori di handicap, cardiopatici). Nell’area di prefiltraggio è previsto un controllo sommario: borse, marsupi e involucri saranno aperti e, a campione, verranno ispezionate le persone. I controlli capillari, dalla testa ai piedi, con l’uso di metal detector scattano invece quando si entra nell’area di filtraggio. Lì non si scherza. La polizia interverrà nel caso in cui lo strumento ottico non leggerà il biglietto ed impedirà al possessore di superare il tornello.

Lucca, concerto dei Rolling Stones: tutti i divieti Il grande concerto dei Rolling Stones è previsto per la sera di sabato 23, ma già dal venerdì cominceranno chiusure e modifiche nella viabilità, che potrebbero creare più di un problema agli automobilisti. Modifiche che, in parte, proseguiranno anche oltre la fine dello spettacolo. Intanto, nella giornata di giovedì la band inglese è arrivata all’eroporto di Pisa per poi trasferirsi a Firenze (a cura di Damiano Mari). L’articolo


Equipaggi sulle arterie. Equipaggi della squadra di prevenzione anticrimine di Firenze verranno piazzati nelle grandi arterie: da viale Europa, alla via Pesciatina a via del Brennero, all’uscita dei caselli autostradali di Lucca, Capannori-Porcari e Altopascio. E le pattuglie avranno in dotazione Mercurio, la piattaforma tecnologica della polizia per il controllo del territorio. Fissato sulla plancia della volante, un tablet con schermo multi-touch da 10 pollici, e da una telecamera esterna, dotata di zoom ottico 36x utilizzata per la video sorveglianza in mobilità e per il servizio di lettura automatica delle targhe. Il Sistema Mercurio consente una geolocalizzazione costante tramite l’invio delle coordinate cartografiche alla centrale operativa del 113 per compiere direttamente accertamenti sulle persone fermate e leggere automaticamente le targhe riconoscendo le auto rubate e intervenendo all’istante.

Firenze, il saluto di Keith Richards ai fan appostati. La figlia Theodora “incantata” dal tramonto sull’Arno E’ rimasto chiuso in albergo pressoché tutto il giorno, ma a fine giornata, quasi a “ricompensare” i fan sotto la sua finestra, il chitarrista dei Rolling Stones Keith Richars si è affacciato dall’albergo per salutare i suoi devoti. Mentre invece il batterista Charlie Watts usciva per prendere una boccata d’aria, la figlia di Keith, Theodora, scherzava con gli affezionati della band dal balcone, salutando e mangiando spaghetti all’aperto. Una volta giunto il tramonto, Theodora si è a lungo impegnata nello scattare fotografie dalla sua camera d’albergo, affacciata sull’Arno Video di Andrea Lattanzi


L’INSERTO DA COLLEZIONE IN EDICOLA 


In occasione del concerto-evento dei Rolling Stones a Lucca di sabato 23, Il Tirreno è in edicola con un’edizione arricchita da una sopracopertina e un inserto speciale di 16 pagine dedicate alla leggendaria band. La sopracopertina offre immagini realizzate appositamente da artisti e contributi degli scrittori Flavia Piccinni e Giampaolo Simi. Nell’inserto invece sono raccontati gli Stones secondo diversi punti di vista, e poi curiosità, una playlist con le canzoni preferite da vari personaggi famosi e molto altro ancora.

Fonte: Il Tirreno

Advertising