Capannori Martedì 26 settembre un incontro per imprenditori del settore turistico alla Scuola Made di San Gennaro

da
Advertising

Capannori –

Palazzo Boccella

Un focus rivolto agli imprenditori del settore turistico si svolgerà martedì 26 settembre alle ore 15.30 all’interno dell’open day della Scuola Made di San Gennaro, rivolto a tutti gli interessati, in modo particolare i giovani, in programma dalle ore 14 alle ore 18. L’incontro del settore turistico fa parte del progetto “Made in Capannori” promosso dal Comune in collaborazione con la Fondazione Palazzo Boccella e la Scuola di formazione in Management dell’Accoglienza e Discipline Enogastronomiche e finanziato da Unioncamere all’interno del progetto “Vetrina Toscana” di Regione e Unioncamere.

“Con l’incontro di martedì intendiamo spiegare le opportunità offerte dalla scuola in particolar modo alle imprese del settore dell’accoglienza e della ristorazione che sorgono sul territorio – spiega l’assessore al turismo Serena Frediani -. Il corso post diploma non solo permette di dare una formazione di qualità al proprio personale, ma è anche una ‘palestra’ di supporto al ricambio generazionale all’interno di tali imprese. Auspichiamo una buona partecipazione all’incontro, che è uno degli appuntamenti che caratterizzano il nostro progetto che ha l’obiettivo di contribuire a rafforzare il legame tra due eccellenze del territorio, la Fondazione Palazzo Boccella con la Scuola Made da una parte e il settore dell’enogastronomia dell’altra”.

Il progetto “Made in Capannori” è stato avviato proprio negli scorsi giorni con un primo incontro tra le categorie e la Scuola Made. In programma ci sono anche serate tematiche coinvolgendo le specifiche filiere locali. Inoltre, nell’ambito del percorso didattico della Scuola Made sarà data maggiore rilevanza al territorio e alle aziende sia attraverso il coinvolgimento dei cuochi di “Vetrina Toscana”, sia tramite il rafforzamento degli stage nelle imprese e con specifiche attività seminariali e di formazione aperte non solo agli studenti ma anche agli operatori del territorio.

Advertising
Tags: