PORCARI La Festa del presente per donare regali e tramandare sapere – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

LUCCA. Una festa in cui tutti regalano quello che hanno, in cui si dà e si prende ciò che si desidera senza lo scambio di denaro, ma solo offrendo e ricevendo doni e sapere.

È questo l’obiettivo dell’evento che si terrà domenica 1° ottobre, dalle 10,30 alle 19 al centro culturale Agorà per la sesta edizione della “Festa del presente”, nata a Porcari nel 2012 e poi ospitata a Lucca per il terzo anno consecutivo.

«Siamo abituati a interpretare lo scambio come relazione commerciale – spiega l’assessore alle politiche formative, Ilaria Vietina – mentre noi vogliamo andare controcorrente, sulla scorta del “Giorno nazionale del dono”, ricorrenza istituita nel 2015. Alla base della giornata di domenica, ci sarà la totale gratuità, nell’ottica di una festa che non appartiene a qualcuno, ma è condivisa da tutti».

La parola d’ordine sarà incontro, in tutte le sue declinazioni. «La peculiarità dell’evento sarà quella di rompere ogni schema e donare qualsiasi cosa, che sia un oggetto o un sapere, attraverso il concetto più umano di ridare vita e condividere – aggiunge l’assessore alle politiche sociali, Lucia Del Chiaro – Sarà anche un’occasione per inaugurare la bacheca dei libri in legno anche per il centro storico». Questa, dotata di ruote, verrà poi spostata in vari angoli della città a seconda della richiesta e, se ci sarà una buona risposta da parte dei lucchesi – che potranno liberamente lasciare libri nella bacheca e prenderne di nuovi – si potrà immaginare anche di replicare l’idea.

Una proposta che verrà lanciata nell’ambito della “Festa del presente”, in occasione della quale si potranno regalare anche abiti, mobili, abbigliamento, ma si potrà anche partecipare e tenere conferenze, laboratori, interventi musicali, teatro e danza, presentare opere, fare consulenze, lezioni e ripetizioni, raccontare storie, tagliare i capelli, fare massaggi e beneficiare di ciò che gli altri sono disposti a dare.

Un momento da cui tutti sono destinati a uscire più ricchi, ma senza denaro che non viene utilizzato nemmeno per l’organizzazione.

«I soldi – commenta Roberto Castello, direttore artistico di Aldes e Spam! – sono un mezzo e non un fine. Dare senza pretendere niente in cambio è creare ricchezza».

La Festa del presente è promossa dal Comune di Lucca in collaborazione con enti e associazioni. Fra questi, anche Daccapo – centro del riuso, rappresentato da Daniele Guidotti: «Da un rifiuto, creiamo una risorsa. Siamo a disposizione anche per laboratori dedicati ai bambini sul tema del recupero».

Oltre a portare vestiti, libri e oggetti direttamente alla festa, come spiegano Lucia Franceschini e Eva Guidotti per Aldes, è possibile consegnarli nei locali della Pia casa in via Santa Chiara sabato 30 settembre dalle 16 alle 19 e domenica 1° ottobre dalle 9 alle 12.

«È importante che le istituzioni accendano i riflettori sul valore del dono – conclude l’assessore all’innovazione,

Gabriele Bove – È un’occasione per mettere in circolo energia positiva e per questo l’invito a partecipare è aperto a tutti, lucchesi e non».

Il programma dell’evento sarà disponibile a breve sul sito www.lafestadelpresente.it e sulla pagina Facebook dell’iniziativa.

Fonte: Il Tirreno

Advertising