PORCARI Resta aperta la scuola di via Giannini – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

PORCARI. La scuola è regolarmente aperta e non ci sono rischi per i bambini. Il Comune rassicura i genitori e programma un intervento da 15.000 euro per sistemare la scuola materna di via Giannini dove sono comparse delle crepe sui muri.

«La segnalazione tramite Pec della comparsa della crepa nel muro della scuola è stata inviata dalla scuola il 12 settembre – ricostruisce l’assessore e vicesindaco Franco Fanucchi – e l’ufficio lavori pubblici ha risposto tempestivamente il giorno successivo. È stato effettuato un sopralluogo da parte di un tecnico specializzato, esterno al Comune, che ha attestato la non pericolosità delle lesioni, auspicando comunque un intervento da parte del Comune. Tutto si è svolto, quindi, con la massima sollecitudine e prontezza. Ciò ha permesso di aprire la scuola in via Giannini per questo anno scolastico è proprio la certificazione di non pericolosità, senza cui nemmeno la dirigente scolastica avrebbe mai potuto aprire le porte dell’edificio. In caso contrario, ossia laddove fossero venute meno le condizioni di sicurezza, avremmo sgomberato la scuola rendendola inagibile senza esitazioni».

Fanucchi spiega il tipo di intervento che sarà effettuato: «Nella fondazione sarà inserito un materiale speciale che consoliderà la struttura, abbiamo già un preventivo di spesa di circa 15.000 euro». Anche lo scorso anno il plesso aveva presentato qualche criticità. «In merito all’intervento dello scorso anno anche allora siamo intervenuti tempestivamente, proprio come abbiamo fatto quest’anno, senza interrompere l’attività didattica e con un impegno di spesa di circa 13.000 euro. Abbiamo risolto la problematica comparsa a pochi giorni dall’inizio delle lezioni senza creare disagio ai bambini. Mi auguro che dietro a questa accusa di imperizia non ci sia soltanto il bieco obiettivo di sollevare l’attenzione pubblica facendo leva sulla paura delle famiglie».

Il vicesindaco ricorda gli interventi precedenti dell’amministrazione di centro-sinistra per garantire la sicurezza degli edifici scolastici. «Partendo dalla messa in sicurezza statica della scuola media e della scuola primaria fatta nel 2005 dall’ex sindaco Rovai con un investimento di 400.000 euro, si giunge al primo lotto della messa in sicurezza sismica fatta da Baccini nel 2017, sempre alla media Pea, per un importo di 550.000 euro, senza considerare i 120.000 euro spesi nella

scuola primaria Orsi La Pira sempre da Baccini nel 2017».

L’amministrazione porcarese ha pianificato anche il secondo lotto della messa in sicurezza della scuola media per un importo di circa 350.000 euro. Intervento che sarà iniziato a breve.

Fonte: Il Tirreno

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.