[Lucca] LUCCA – DUE GIORNI DEDICATI AL DIRITTO DEL LAVORO PER RICORDARE IL PROFESSOR GIUSEPPE PERA

da
Advertising

Lucca –

DUE GIORNI DEDICATI AL DIRITTO DEL LAVORO PER RICORDARE IL PROFESSOR GIUSEPPE PERA

Sabato la tavola rotonda in San Francesco con Tiziano Treu e i protagonisti del recente contratto dei metalmeccanici: Landini, Franchi, Bentivogli, Palombella.

 

 Tambellini, Cattani, Milianti, Bertocchini, Fontana

 

Lucca, 29 settembre 2017 – Il metodo e il pensiero di Giuseppe Pera, i suoi contributi in tema di Diritto del Lavoro e la lunga storia del professore lucchese che ha inciso profondamente nell’evoluzione del giuslavorismo italiano di Età Repubblicana: di questo e di molto altro si parlerà nelle “Conversazioni sul lavoro dedicate a Giuseppe Pera dai suoi allievi”, manifestazione in programma a Lucca, venerdì 6 e sabato 7 ottobre, nella Chiesa di San Francesco.

La due-giorni, organizzata dalla Fondazione Giuseppe Pera con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, è a ingresso libero e aperta a tutti ed è stata fortemente voluta dal gruppo di allievi per ricordare la figura dell’illustre giuslavorista, a dieci anni dalla sua scomparsa.

Il programma è stato presentato questa mattina, venerdì 29 settembre, da Ilaria Milianti e Marco Cattani, rispettivamente presidente e direttore della Fondazione Pera; dal sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, dal presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Marcello Bertocchini, da Maria Grazia Fontana e Michel Lucherini, presidente e vice presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lucca.

 

IL PROGRAMMA. Numerosi gli argomenti che saranno trattati durante il convegno. Il vasto mondo del Diritto del Lavoro sarà affrontato partendo dalla sconfinata eredità di scritti lasciata proprio da Giuseppe Pera e recuperata dai suoi ex allievi: al tavolo dei relatori, quindi, si alterneranno docenti ed esperti, ma anche giovani studiosi, autori, questi ultimi, di comunicazioni sul lavoro di Pera, interpretando così le finalità della Fondazione a lui dedicata, che nasce, appunto, con l’intento di valorizzare, ricordare e attualizzare il pensiero scientifico del professore. Al senatore Pietro Ichino, allievo e amico personale di Pera, spetterà il compito di parlare dei vent’anni della Rivista Italiana di Diritto del Lavoro. La giornata di venerdì 6 ottobre si chiuderà con le relazioni sull’approccio del giuslavorista in tema di sciopero, tutele sociali e garanzia del reddito.

Nella mattina di sabato, saranno al centro della discussione il rapporto tra Pera e i suoi allievi, le tematiche del licenziamento, del processo civile e del rito del lavoro. Infine, un’attenzione particolare sarà dedicata anche al tema del lavoro femminile e all’evoluzione dell’ordinamento sulle rinunce e le trattazioni.

Grande attesa per l’appuntamento del pomeriggio: dopo l’introduzione di Ilaria Milianti, Pietro Ichino in veste di coordinatore, Tiziano Treu, presidente del Cnel, Maurizio Landini, ex segretario generale di FIOM-CGIL, Stefano Franchi, direttore generale di Federmeccanica, Marco Bentivogli, segreterio generale FIM CISL, e Rocco Palombella, segretario generale UILM, dibatteranno su un tema di stringente attualità: “Il lavoro e la fabbrica. Il contratto collettivo dei metalmeccanici: dal contributo di Giuseppe Pera degli anni Settanta alle vicende dei nostri giorni”.

Il convegno, dopo un ricordo dell’impegno civile e culturale di Giuseppe Pera e della figlia Pia da parte di Marco Cattani, affiancato, nel tratteggiare soprattutto la figura della scrittrice Pia Pera, da Emanuela Rosa Clot, si concluderà alle 18 con un concerto dedicato dall’Associazione Musicale Lucchese alla memoria dei due illustri concittadini.

 

L’iniziativa riconosce crediti formativi agli iscritti degli Ordini degli Avvocati (10 crediti in tutto, 4 per il primo giorno e 3 per ciascuna delle due sessioni del secondo giorno), dei Consulenti del Lavoro (1 credito per ogni ora di partecipazione al convegno) e dei Commercialisti. Il convegno ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana, del Comune e della Provincia di Lucca, del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Pisa e la Scuola IMT Alti Studi di Lucca, dell’Ordine degli Avvocati di Lucca, dell’Associazione italiana di Diritto del lavoro e della sicurezza sociale, del Centro studi Domenico Napoletano, dell’Associazione giuslavoristi italiani, della Fondazione Piero Calamandrei, della Fondazione Ragghianti, dell’Accademia lucchese di scienze, lettere e arti e della Fondazione Mario Tobino.

 

 

Fonte Verde Azzurro

Advertising