[Lucca] LUCCA CITTÀ DEGLI ORGANI 2017

da
Advertising

Lucca –

 L’attività dell’associazione «Domenico di Lorenzo»

 LiuweTamminga

Giunta alla sua ventitreesima stagione, l’Associazione Domenico di Lorenzo propone quest’anno un calendario di quattro concerti realizzati su organi storici del territorio con il contributo della Cassa di Risparmio di San Miniato S.p.A. e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Il primo appuntamento è per domenica 1 ottobre, ore 18, presso la chiesa di S. Lorenzo in Farneta, ove l’organista Liuwe Tamminga eseguirà pagine organistiche inedite di Giacomo Puccini sull’organo di Odoardo Landucci e figli (1867-9) recentemente restaurato da Glauco Ghilardi. Il concerto sarà poi replicato lunedì 2 ottobre, alle ore 21, presso la chiesa di S. Francesco d’Assisi in Piano di Conca (Massarosa). I due concerti sono realizzati in collaborazione con il Centro Studi Giacomo Puccini.

Nel terzo concerto, venerdì 13 ottobre alle 21, l’organista Cesare Mancini eseguirà musiche di autori italiani e tedeschi tra Seicento e Ottocento sull’organo di Domenico Pucci (1830 ca.) presso la chiesa di S. Salvatore della Misericordia.

Come da tradizione, la stagione si concluderà con una serata dedicata alla proiezione di un film muto accompagnato da improvvisazione all’organo. L’evento, che ha in programma il capolavoro di Edward Sedgwick «The cameraman» (1928) con Buster Keaton, avrà luogo lunedì 16 ottobre alle ore 21.15 nella fastosa cornice della chiesa di S. Francesco, con Liuwe Tamminga all’organo e con la presentazione storico-critica di Pier Dario Marzi per conto del Cineforum «Ezechiele 25,17» che collabora alla serata.

 

Tutti i concerti sono ad ingresso libero.

Per informazioni: tel. 338 3221217 – 339 7591128 ; fax 0583 370460

Sito web:  assvol.comune.lucca.it/dilorenzo

*                *                *

L’Associazione «Domenico di Lorenzo», nata nel luglio 1994 per volontà del giovane organista e studioso lucchese Riccardo Berutto, purtroppo prematuramente scomparso, deve il suo nome al più antico ed illustre fra gli organari attivi sul territorio, ed ha come scopo istituzionale lo studio e la valorizzazione degli organi antichi, in particolare in ambito lucchese. A tal fine, l’Associazione cura annualmente l’organiz­zazione di un ciclo di concerti avvalendosi esclusivamente di organi storici restaurati; occasionalmente, vengono proposte formazioni strumentali o vocali che escludano l’intervento dell’organo, laddove uno strumento storico non sia fruibile, anche al fine di sensibilizzare il pubblico in merito all’opportunità di un intervento di restauro su strumenti ritenuti particolarmente pregevoli.

Gianpaolo Prina

direttore artistico Ass. «Domenico di Lorenzo

Fonte Verde Azzurro

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.