PORCARI Almeno fino al nuovo anno restano le pattuglie serali – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

PORCARI. Più controlli e orario prolungato del pattugliamento dei vigili urbani contro i furti in casa. I controlli fino alle 22 della polizia municipale di Porcari proseguiranno a oltranza, soprattutto nel periodo delle festività natalizie, quando aumentano i reati predatori, ma anche nel nuovo anno. «Non c’è una scadenza», viene spiegato in municipio.

Un’organizzazione su tre turni al momento non è attuabile, ma la polizia municipale ha prolungato il normale orario di servizio, che a Porcari a cose normali dovrebbe concludersi alle 19.30. Due ore e mezzo in più in modo da concentrare meglio i controlli sulla prevenzione e garantire la presenza in una fascia oraria nel momento in cui le altre forze dell’ordine hanno il cambio del turno.

«Anche a Porcari si sono verificati alcuni episodi di furti ed è una realtà importante nella Piana di Lucca – dice il sindaco Leonardo Fornaciari – e in questo periodo c’è una maggiore richiesta di attenzione e sicurezza da parte dei cittadini. Pertanto l’amministrazione comunale garantirà una sempre maggiore presenza e incisività dei vigili e una collaborazione con le altre forze dell’ordine. Per il momento andremo avanti con questo orario prolungato». I furti in abitazione e “con strappo” sono in aumento nel territorio lucchese rispetto ad un anno fa. Un dato emerso dal comitato ordine e sicurezza che ha visto presenti tutti i sindaci della Piana.

«Per quanto riguarda l’incremento del corpo dei vigili è un obiettivo da valutare in base alle normative e ai posti che potrebbero liberarsi per i pensionamenti – spiega il primo cittadino – intanto abbiamo potenziato l’ufficio anagrafe e appena sarà possibile vogliamo incrementare anche il numero di agenti in campo per coprire in modo più capillare il territorio di Porcari».

Nessuna novità al momento, invece, sulla caserma dei carabinieri a Porcari, che era stata chiesta dal sindaco Fornaciari in campagna elettorale. Al momento nella Piana le caserme sono tre: a Capannori centro, Lammari e Pieve di Compito e ad Altopascio.

Ma in tutta la Piana la paura di trovare la casa depredata, o di trovarsi faccia a faccia

con i ladri (come successo venerdì a Montecarlo e qualche sera prima ad Altopascio) è altissima. E a Capannori cresce la preoccupazione nel Compitese per una serie di furti nelle abitazioni. I cittadini dei gruppi whatsapp chiederanno un nuovo incontro con l’amministrazione. (n.n.)

Fonte: Il Tirreno

Advertising