PORCARI Indagati due rappresentanti della Geal – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

LUCCA. Ci sono il legale rappresentante e il responsabile degli impianti di depurazione della Geal – Andrea De Caterini e Mauro Ettore Fabbri – tra gli indagati nell’inchiesta conclusa dalla procura di Firenze su uno smaltimento di migliaia di tonnellate di rifiuti di cartiera anche pericolosi destinate a fabbriche di laterizi, inceneritori e discariche nel Sud d’Italia. Nel caso specifico, secondo il sostituto procuratore Giulio Monferini, dall’impianto di depurazione Geal in via Santeschi a Pontetetto con una capacità depurativa di progetto di 95mila abitanti partivano dal 2013 al 2016 i fanghi da smaltire.

Le accuse. Stando agli investigatori i responsabili dell’impianto di depurazione della Geal, entrambi difesi dal professor Enrico Marzaduri, producevano rifiuti derivanti da un impianto di trattamento di acque reflue e da un impianto di smaltimento rifiuti mescolati tra di loro e visto che non si trattava solo di un impianto di acque reflue urbane, ma anche di un impianto di smaltimento di rifiuti industriali (tra i quali il percolato di discarica) avrebbero dovuto essere indicati con i codici CER delle categorie pericolose in quanto non adeguatamente caratterizzati per escludere la presenza di sostanze pericolose e nocive. In sostanza si tratta di un illecito amministrativo in materia ambientale da cui scaturiscono, in caso di condanna, sanzioni pecuniarie.

Co-indagati. In riferimento allo smaltimento illecito dei fanghi di depurazione – che non riguarda soltanto Geal e comprende anche impianti di depurazione di Asa, Consorzio Torrente Pescia, Gaia, Sea – sono indagati anche i responsabili delle ditte incaricati degli impianti di spandimento e di trasporto e i gestori degli impianti di pretrattamento. Per la Dc Green srl Felicino e Federico Del Carlo e Alessandro Salutini di Porcari e Andrea Casella di Capannori; per la Pieri Ecologia srl Giuseppe Franco; per la Coimpo srl Gianni e Alessia Pagnin di Padova oltre a Glenda e Mauro Luise e a Mario Crepaldi e per la Tuccillo Trasporti srl Carlo Tuccillo residente a Benevento.

(l.t.)

Fonte: Il Tirreno

Advertising