Capannori Botti di Capodanno, il Comune invita a rispettare la sicurezza, le persone e gli animali

da
Advertising

Capannori –

2018

La sicurezza e l’incolumità delle persone e degli animali vengono prima di tutto. È per questo che l’amministrazione, in occasione dell’avvicinarsi dei festeggiamenti di fine anno, invita la popolazione a seguire una serie di regole del buonsenso.

È bene essere coscienti che ogni anno in tutta Italia ci sono molti feriti, anche gravi, a causa degli articoli pirotecnici. Bisogna infatti sapere che possono diventare pericolosi se non utilizzati in maniera corretta. Va evitato di lanciarli contro gli altri, farli esplodere al chiuso o vicino a materiali infiammabili. Si raccomanda poi di seguire le istruzioni per l’uso che sono riportate sulla scatola.  Bisogna acquistare solo i prodotti legali, evitando accuratamente quelli artigianali  preparati e venduti senza autorizzazione.

I botti hanno un impatto molto negativo sugli animali. Questi, infatti, sono dotati di un udito molto più sensibile rispetto all’uomo e percepiscono qualsiasi scoppio anche a centinaia di metri di distanza. Ogni botto diventa quindi devastante per loro, provocando terrore e stress e favorendo l’accentuarsi di alcune patologie cardiache. Questo non vale solo per gli animali domestici ma per tutti in generale. Ad esempio gli uccelli possono mettersi a volare lontano, perdendo l’orientamento e andando a sbattere. Ai proprietari degli animali domestici si consiglia quindi di tenerli al sicuro, non legati, in una stanza della propria abitazione il più possibile riparata dai rumori e con le tapparelle abbassate per non far percepire il bagliore. Se proprio si devono tenere fuori della propria abitazione ci si deve assicurare che non siano legati, che abbiano un luogo dove ripararsi e che il recinto non offra varchi per la fuga.

Massima attenzione deve anche essere prestata ai botti presenti sul suolo: mai toccarli in ogni caso, che siano inesplosi o esplosi, e tenere al guinzaglio il cane lasciandolo lontano da essi.

Advertising
Tags: