Capannori Telefonia mobile, ecco le ipotesi dei nuovi impianti

da
Advertising

Capannori –

Una persona che usa uno smartphone

Tutela dei cittadini e del paesaggio, preferenza per le aree di proprietà pubblica e condivisione di sostegni e manufatti esistenti. Sono questi i criteri per l’individuazione delle ipotesi di localizzazione dei nuovi impianti di telefonia mobile alla base del piano per l’anno 2018 che l’amministrazione comunale, dopo l’illustrazione ai cittadini durante l’assemblea pubblica di ieri sera (venerdì 19), si prepara entro la fine di gennaio a portare all’attenzione del consiglio comunale per l’approvazione.

“Siamo soddisfatti dell’accoglienza positiva mostrata dalla popolazione – commenta l’assessore all’ambiente Matteo Francesconi -. I cittadini hanno compreso che il piano annuale di telefonia mobile è l’unico strumento per tutelare la comunità e il territorio. Il documento, infatti, pone dei paletti agli operatori telefonici che altrimenti, vista la normativa in materia, avrebbero ampia libertà di scelta. Nella localizzazione dei nuovi impianti è stata data priorità alla compatibilità con il territorio, posizionandoli preferibilmente in aree comunali, lontani da scuole e centri abitati e rispettando le caratteristiche architettoniche e paesaggistiche di Capannori. Possiamo quindi affermare che il piano che proporremo al consiglio comunale sia il miglior punto d’incontro tra le richieste degli operatori e la tutela della città”.

All’assemblea di ieri (venerdì) erano presenti l’assessore all’ambiente Matteo Francesconi, i consiglieri comunali Giordano Del Chiaro e Francesca Pieretti e i tecnici della ditta che ha redatto il piano, che hanno risposto alle domande dei cittadini.

I nuovi impianti previsti nel piano sono 25. Va specificato che, come ogni anno, le richieste degli operatori mostrano solo un interesse potenziale e quindi sono da considerarsi come ipotesi. Molti dei siti scelti, quindi, potrebbero non concretizzarsi e alcuni sono riproposizioni rispetto al passato. Ad esempio molto probabilmente non sarà installato nessun nuovo ripetitore di rete nel centro di Marlia.

Inoltre rispetto al 2017 non sono previste nuove installazioni da parte di Wind e Tre, perché le due compagnie di recente si sono fuse. Il quarto operatore di telefonia mobile in Italia è diventato Iliad, che debutterà nel mercato nel corso del 2018.

Ecco la localizzazione, contenuta nel piano, delle ipotesi dei nuovi impianti: Iliad: San Gennaro (via del Colle, palo condiviso), Capannori (area stadio comunale), Colle di Compito (isola ecologica), Marlia (palo condiviso a lato della statale 12 del Brennero), Borgonuovo (parcheggio pubblico lungo via Pesciatina), Carraia (zona pip), Verciano (campo, palo condiviso), Lunata (area pubblica a lato di via Vecchia Pesciatina), Lammari (campo sportivo), Segromigno in Monte (palo scientifico area parco scientifico), Parezzana (palo condiviso in un campo lungo via Traversa), Guamo (parcheggio pubblico lungo via di Sottopoggio), Marlia (stadio).

Tim: Frizzone (area stazione sollevamento rete fognaria vicino casello autostradale), Lammari (cimitero e campo sportivo), San Leonardo di Compito (cimitero), Carraia (zona Pip).

Vodafone: Marlia (stadio), Monte Pianello (località California su palo condiviso), Marlia (palo condiviso a lato della statale 12 del Brennero), Lunata (cimitero), Vorno (campo sportivo), San Ginese di Compito (cimitero), Lammari (cimitero).

Advertising
Tags: