Capannori Tutte le nuove previsioni della variante parziale al regolamento urbanistico adottata dal consiglio comunale

da
Advertising

Capannori –

Amadei

Nuove infrastrutture come  parcheggi e rotatorie, eliminazione delle aree di degrado, consolidamento e sviluppo delle attività produttive esistenti e agevolazioni di creazione di micro e piccole imprese,  ampliamento delle aree a verde pubblico ed anche valorizzazione del sistema turistico e ricettivo ed eliminazione  dell’edificabilità  di alcuni terreni  richiesta dagli stessi proprietari.
Sono questi i  punti cardine della variante parziale al regolamento urbanistico adottata ieri (martedì)  dal consiglio comunale e illustrata stamani nel corso di una conferenza stampa dalla vice sindaca con delega all’urbanistica Silvia Amadei. 

“Siamo di fronte ad un documento di programmazione particolarmente importante, perchè crea le condizioni per migliorare il nostro territorio sotto vari aspetti – spiega la vice sindaca  Silvia Amadei – rendendolo più funzionale e sicuro per quanto riguarda le infrastrutture, in particolare per quanto riguarda  aree di sosta,  rotatorie e viabilità,   e incrementandone la competitività. Con le previsioni contenute nella variante  si incentiva lo sviluppo del sistema produttivo, con una maggiore attenzione alle esigenze di consolidamento e ampliamento delle attività produttive esistenti e agevolando la creazione di micro e piccole imprese.  Si va inoltre a valorizzare il sistema turistico e ricettivo, sia mediante il recupero del patrimonio edilizio esistente, sia attraverso nuove forme di ricezione turistica in spazi aperti. I cambiamenti previsti, che da una parte tengono conto delle esigenze della comunità e dall’altra contengono gli elementi che contraddistinguono l’operato della nostra amministrazione, andranno a favore di tutta la comunità. Con l’adozione della variante abbiamo compiuto un importante passo avanti affinché presto queste nuove previsioni urbanistiche, dopo l’approvazione della variante,  possano divenire attuabili”.
I punti principali della variante parziale al regolamento urbanistico:

 

Aree a standard urbanistico in prossimità di centralità o frazioni che ne sono meno provviste attraverso l’individuazione di nuove aree  o l’ampliamento e modifica di quelle già previste:
Modifica delle aree a parcheggio già previste in via della Chiesa – S. Gennaro:   questo ampliamento consentirà di eliminare le previsioni di parcheggio lungo la via di Celli e sul lato ovest di via della chiesa, inserite all’interno dell’area classificata come centro storico, per accorparle in un’unica area; ampliamento della previsione di parcheggio in via S. Donnino a Marlia  angolo via Paolinelli; previsione di nuovo parcheggio pubblico in via del Colle a S. Gennaro al confine con il Comune di Pescia per dotare l’area di maggiori infrastrutture per i visitatori del Parco di Pinocchio oggi esistente; previsione di nuovo parcheggio pubblico in via dei Centoni a S. Ginese; previsione di nuovo parcheggio pubblico in via Romana a  Capannori per recuperare i posti auto utilizzati lungo la viabilità,  eliminati a seguito della realizzazione del primo lotto della pista ciclabile “Francigena Greenway”; previsione di nuovo parcheggio pubblico in via di Vergaia a Matraia ; previsione di nuovo parcheggio pubblico in via S. Donnino a Marlia; modifica delle aree a parcheggio già previste in via di Paganico ed ampliamento dell’area per attrezzature di interesse comune; ampliamento dell’ area a verde pubblico attrezzato previsto presso la Chiesina di Rimortoli; modifiche urbanistiche per il progetto di riqualificazione del campo sportivo di Vorno  consistente nell’ampliamento della zona spogliatoi e zona a servizi relativi all’ attività sportiva.

Infrastrutture: miglioramento della circolazione stradale e maggior sicurezza, miglioramento dei servizi tramite la realizzazione di nuove previsioni di infrastrutture pubbliche, o interventi di miglioramento sulle infrastrutture esistenti

Nuova rotatoria in sostituzione dell’incrocio tra Viale Europa, via S. Donnino e via Villa Fontana; nuova rotatoria in sostituzione dell’ incrocio tra Viale Europa e via del Fanuccio; ampliamento della sede stradale di via di S. Gennaro; realizzazione di raccordo tra via di Paganico e sottopasso di via dell’Arpino Realizzazione di collegamento ciclopedonale tra la via di Paganico ed il sottopasso di via dell’Arpino, pavimentando l’attuale percorso in terra battuta ed inerbito posto al margine del binario ferroviario Lucca-Firenze, già utilizzato per raggiungere la rampa ciclopedonale del sottopasso di via dell’Arpino ampliamento della curva di Via di Tofori; ampliamento di un tratto della via del Fanuccio e dell’intersezione con via di San Martino.

Spazi per la produzione di beni e servizi e la nuova imprenditorialità

La variante favorisce  lo sviluppo delle attività produttive esistenti con modifiche normative (agli articoli 21 e 25), possibilità di ampliamento delle aree produttive e a servizi di saturazione già presenti all’interno del  Regolamento Urbanistico e agevola la creazione di micro e piccole imprese.

Valorizzazione del sistema turistico e ricettivo del territorio

La variante promuove la destinazione turistico ricettiva, sia mediante recupero del patrimonio edilizio esistente, consentendo ad esempio  la trasformazione di immobili a destinazione di servizio e commerciale a  destinazione turistico-ricettiva  e  attraverso nuove forme di ricezione turistica in spazi aperti.
Tra le previsioni l’individuazione di un’area attrezzata per sosta camper a Tassignano nei pressi della stazione ferroviaria di Tassignano e del polo culturale Artemisia, in posizione baricentrica rispetto al territorio comunale, e l’individuazione di area attrezzata per sosta camper a  Lammari  nei pressi del Viale Europa, in posizione baricentrica rispetto alla parte nord del territorio comunale

La variante parziale al regolamento urbanistico prevede inoltre il riordino funzionale di aree degradate con la riqualificazione di complessi immobiliari degradati e il loro recupero a fini non residenziali.

Prevista anche l’eliminazione delle previsioni di lotti edificabili richieste dai proprietari, Tra questi lo stralcio dell’edificabilità delle aree dell’Ambito di Perequazione (A.P.6) nella frazione di S. Leonardo in Treponzio e la classificazione come area agricola (Richiesta da parte di tutti i proprietari). Altri stralci di aree residenziali riguardano le frazioni di Gragnano, Lammari, Lunata, Segromigno in Monte, S.Gennaro.

La variante parziale al regolamento urbanistico inoltre  recepisce le novità per la frazione di Capannori, relativamente al progetto “Capannori città” che riqualifica il capoluogo.

Dopo l’adozione (le opposizioni  hanno espresso voto contrario)  adesso ci sono 60 giorni di tempo per la presentazione delle osservazioni e delle richieste di stralcio di terreni edificabili, cui seguiranno le controdeduzioni, dopodichè la variante tornerà sui banchi del consiglio comunale per l’approvazione.

Advertising
Tags: