PORCARI Altopascio: una volta a settimana ci sarà un presidio 118 alla Misericordia

da
Advertising

ALTOPASCIO – Torna il 118 ad Altopascio. Il servizio parte domani (4 febbraio), lo gestirà la Misericordia e sarà attivo una volta a settimana, per 24 ore, dalla domenica al lunedì sera.

 

Nella sede dell’associazione di volontariato di via Marconi c’è molto fermento e anche un po’ di apprensione, perché la novità, qui, ha una portata non indifferente: il 118 mancava da Altopascio da più di dieci anni e per riportarlo nella cittadina del Tau è servito un lavoro di squadra, fra Comune, volontari e rappresentanti dell’associazione, durato mesi. L’equipe organizzativa, che dovrà gestire la turnazione, ogni quattro ore, le chiamate, le presenze del medico, è già attiva e vede all’opera volontari e formatori preparati per l’occasione.

 

«Più di dieci anni fa – racconta la governatrice, Antonella Pistoresi – la Misericordia di Altopascio gestiva il servizio di 118, insieme con la Misericordia di Montecarlo e la Croce Verde di Porcari: la postazione era al Turchetto. Altopascio poi è uscito e il servizio è andato avanti grazie alle altre due realtà. Quello di domani, quindi, è una sorta di nuovo inizio: cominciamo con un giorno a settimana, perché garantire una gestione strutturata, che richiede tempi certi, con un servizio volontario è tutt’altro che scontato, ma ci siamo preparati molto. Per la Misericordia, ma anche per tutto il paese, si tratta di una grande soddisfazione: la centrale operativa del 118 tornerà a comporre anche il nostro numero e noi, finalmente, risponderemo inviando la nostra ambulanza, con medico a bordo. Un fatto necessario: pensiamo solo al fatto che Altopascio è diviso dagli altri comuni della Piana dal passaggio a livello, che rende meno tempestivi gli interventi in emergenza riguardanti il nostro territorio, per ovvi motivi. Devo ringraziare le istituzioni, a partire dal Comune, le associazioni di Montecarlo e di Porcari, perché ci hanno accolto, e ovviamente i volontari, senza i quali tutto ciò non sarebbe possibile».

 

E la soddisfazione è anche quella del sindaco, Sara D’Ambrosio, che per questo risultato si è spesa fin dall’inizio. «Quante volte  – commenta – ci siamo chiesti perché le ambulanze in azione su Altopascio non fossero quella della nostra Misericordia? Ora le vedremo nuovamente e per tutti noi è una grande gioia: sono sicura che anche i cittadini si sentiranno più presidiati. Ci siamo impegnati in prima linea, a fianco della Misericordia, e abbiamo agito come una vera squadra, perché questo era un risultato che Altopascio voleva e doveva portare a casa. Basti pensare che nel nostro comune vivono oltre 15mila persone e da qui passano le strade a maggiore percorrenza, che collegano la Piana alle province di Pisa e Firenze, sulle quali l’incidentalità è alta».

Fonte: Lo Schermo

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.