PORCARI Malore improvviso muore a 72 anni Ivaldo Fantozzi – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

MONTECARLO. Non aveva mai smesso di coltivare le sue vigne. Il vino e la cantina erano la vita per Ivaldo Fantozzi, 72 anni, deceduto ieri a seguito di un malore improvviso. Produttore vinicolo e imprenditore titolare dell’azienda agricola Wandanna, Ivaldo era il padre di Vittorio Fantozzi, sindaco di Montecarlo. Si è sentito male al mattino, durante una riunione in una tenuta vinicola a Pieve Santo Stefano, sulle colline lucchesi. Immediati i soccorsi, ma Ivaldo non ce l’ha fatta ed è stato strappato all’affetto dei suoi cari: la moglie Giovanna, i figli Vittorio e Laura, le amate nipotine e i parenti tutti. Profondo cordoglio a Montecarlo per un uomo conosciuto per il carattere forte, la simpatia dissacrante e la passione verace per la terra. Una grave perdita per la comunità montecarlese.

Ivaldo era schietto e autentico come il vino prodotto dall’azienda della famiglia Fantozzi. Lui stesso curava la conduzione dei suoi 70 ettari di terreno, destinati in gran parte a vigneto e poi all’oliveto. Il suo amore per il vino nasce da lontano, dai tempi in cui ancora studente lo aveva scelto come argomento della tesi di laurea. Era stato uno dei primi promotori e sostenitori del Consorzio Doc dei Vini di Montecarlo. Negli anni, poi, aveva maturato un’altra passione: quella per la produzione ortofrutticola, in particolare per le zucche. Ne collezionava a decine, di tutte le forme e colori. Aveva persino aperto un negozio nel centro di San Salvatore, la frazione dove risiedeva e che lo considerava un’istituzione. Aveva anche altre passioni Ivaldo Fantozzi: una, quella per la politica, lo ha portato a impegnarsi per Alleanza Nazionale e il Centrodestra; l’altra era quella per gli alpini. In quel corpo ha svolto il servizio militare e tuttora partecipava ai raduni che si svolgono annualmente.

La notizia della morte di Ivaldo Fantozzi in breve ha fatto il giro del paese e poi si è diffusa in tutta la Lucchesia. Costernazione e dolore nelle parole di Gino “Fuso” Carmignani, storico viticoltore e presidente del Consorzio Doc dei Vini. «Montecarlo piange un vignaiolo delle sue terre, un produttore vero, un montecarlese doc. Una persona autentica del mondo del vino ed un amante della bella vita – dice – Siamo profondamente colpiti dalla sua improvvisa scomparsa. È sempre stato al nostro fianco nel Consorzio Doc di Montecarlo e non hai mai smesso di amare le sue vigne, lavorando sulle scelte dei vitigni e dimostrando di essere all’altezza anche quando si è cimentato con le zucche. Ivaldo appartiene a quella schiera di grandi uomini capaci di lasciare segni e ricordi indelebili in una comunità. I produttori del vino sono addolorati per questa inattesa perdita per tutto il paese e il settore vinicolo». Anche il mondo del commercio si unisce al lutto: «Confcommercio di Lucca e Massa Carrara si stringe al sindaco di Montecarlo Vittorio Fantozzi per la scomparsa del padre Ivaldo. All’amico Vittorio l’abbraccio affettuoso e le più sentite condoglianze da parte del presidente Ademaro Cordoni, del direttore Rodolfo Pasquini,

della giunta e del consiglio direttivo, a nome di tutta l’associazione». Al cordoglio si unisce il consigliere comunale di Porcari Riccardo Giannoni. La data dei funerali non è ancora stata fissata. Alla famiglia Fantozzi sentite condoglianze da parte del Tirreno.

Fonte: Il Tirreno

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.