[ALTOPASCIO] Rca, Lucca più cara del resto d’Italia

da
Advertising

LUCCA. Il pagamento dell’assicurazione dell’auto è uno dei momenti più detestati nella vita di ognuno di noi. Ancora più se si sa già che nella propria zona gli importi sono in media più alti di qualche decina d’euro rispetto al resto d’Italia. Esattamente quello che avviene in provincia di Lucca, dove il premio annuo a gennaio 2018 è di 613 euro, contro i 562 pagati a livello nazionale (mentre il dato è perfettamente sovrapponibile con quello regionale). E va ancora peggio se si considera il capoluogo, dove assicurare un’autovettura costa in media 635 euro.

I dati che presentiamo in questa pagina sono tratti dall’osservatorio di facile.it, il portale online che permette di confrontare i preventivi di varie compagnie e che, quindi, può contare su una raccolta dati di prim’ordine.

Certo, si tratta di valori medi. Difficilmente un automobilista si troverà a pagare esattamente questa cifra. E anzi, come si vede nella tabella qui a fianco, si possono trovare preventivi ben più convenienti. Ma bisogna comunque tenere in conto che premi bassi corrispondono spesso a profili assai particolari. E che, di converso, ci sono alcune categorie (come i neopatentati) che non potranno mai vedere il proprio premio scendere sotto una certa quota.

A livello provinciale l’aumento rispetto al gennaio del 2016 è del 2,56%. A livello comunale, una situazione più a macchia di leopardo, con qualche segno meno. A incidere sono soprattutto le politiche delle compagnie che stanno “riducendo” la forbice tra i premi più alti e quelli più bassi.

Lucca. Nel capoluogo il premio medio è di 635,48 euro, con una decremento del 3,09% sul 2016. Quello minimo minimo è di 210,71 euro, pagato da un maschio di 40 anni in prima classe con una Honda Civic del 2008.

Capannori. Il Comune più popoloso della Piana si ritrova con valori molto simili rispetto a quelli di due anni or sono: il premio medio cale dell’1,2% attestandosi a 582,10 euro. Da segnalare che il mino, 197,10 euro, è il valore più basso nell’intera provincia: è stato chiesto a un maschio 38enne in seconda classe con una Volkswagen del 2017.

Altopascio. Nel Comune del Tau un aumento deciso, del 7,65% rispetto al 2016, che porta un automobilista medio a pagare 642 euro e spiccioli. Il premio più basso, 229,95 euro, è quello per un maschio 50enne in prima classe che guida una Bmw serie 3 del 1992.

Porcari. Il Comune della Torretta, invece, fa segnale un netto decremento rispetto ai premi pagati nel 2016. Un -9,61% che comunque fa rimanere la cifra a ben 638 euro, mentre il minimo (per una donna di 65 anni in prima classe alla guida di una Lancia Y del 2003) arriva a 249,67 euro.

Barga. Premi generalmente più bassi in Valle del Serchio. A Barga il premio medio è di 522,17 euro, in lieve aumento (+2,60%) sul 2016. Il minimo si attesta su 266,24 euro, pagato da una donna di 33 anni in prima

classe con una Kia Rio del 2017.

Coreglia. Per finire, a Coreglia il premio medio è sceso di ben il 21,74% arrivando a 510,17 euro (il più basso valore in provincia). Il premio minimo è di 254 euro, per una donna di 33 anni in prima classe con una Opel Corsa del 1998.

Fonte: Il Tirreno

Advertising