PORCARI Emergenza gelo: scuole chiuse, piani neve, treni straordinari e sale di protezione civile aperte in tutta la provincia

da
Advertising

LUCCA – Chiuse domani (giovedì 1 marzo) tutte le scuole della provincia. La decisione è stata presa a seguito dell’emissione del bollettino meteo regionale che innalza il livello di allerta da giallo ad arancione per il rischio di neve.
Ad essere chiuse saranno tutte le scuole di ogni ordine e grado della Piana, Garfagnana e Valle del Serchio, nonché della Versilia.

L’allerta arancio scatterà alle 00.00 di giovedì 1 marzo fino alla mezzanotte di domani per la zona S1 (area Serchio Garfagnana-Lima), mentre negli altri territori della provincia l’allerta terminerà alle 18 di domani giovedì 1 marzo.
Stamani (mercoledì) a Palazzo Ducale si è svolta una videoconferenza tra gli addetti del Servizio Protezione civile della Provincia e i funzionari della Prefettura con i referenti della Regione Toscana durante la quale è stato fatto il punto sulla situazione meteo e sull’emissione dell’allerta.

 

Con l’emissione del livello arancio scatterà quindi anche il Piano neve provinciale, mentre domattina (1 marzo) sarà aperta la Sala operativa integrata di Protezione civile (Provincia e Prefettura) a Palazzo Ducale.
Le previsioni meteo del Lamma riferiscono di nevicate fino a quote di pianura, in particolare sulle zone centro-settentrionali della regione. In provincia di Lucca sono previsti cumulati di 5-10 cm in pianura, fino a 20-30 cm in collina e Appennino e 2-3 cm sulla costa tirrenica.

 

La Provincia intanto ha predisposto la salatura delle strade più a rischio neve e ghiaccio, allertando tutto il personale addetto e le ditte incaricate in caso di emergenza. Pronti ad entrare in azione i mezzi spalaneve della Provincia anche a quote basse in caso di necessità.

 

Intanto la Prefettura ha emanato un’ordinanza che vieta la circolazione – su tutta la viabilità ordinaria della provincia – ai mezzi pesanti con massa superiore alle 7,5 tonnellate dalle 22 di oggi (mercoledì 28 febbraio) fino a successiva comunicazione. Nel caso anche altre Prefetture della Toscana adottino provvedimenti simili e, soprattutto, vietino il transito agli stessi mezzi pesanti anche sulle autostrade A11 e A12, la Prefettura di Lucca farà altrettanto per i tratti di competenza. Sono esentati dal divieto i mezzi dedicati al trasporto di persone, di carburante, di merci deperibili e animali vivi, purché muniti di gomme termiche o catene da neve e ovviamente i mezzi di soccorso e i mezzi spalaneve e spargisale. Le Forze di Polizia statali e locali provvederanno a dare attuazione dell’ordinanza della Prefettura attraverso presidi di vigilanza.

 

La diffusione dell’allerta meteo per rischio neve ha indotto quasi tutti i sindaci del territorio provinciale a prevedere ordinanze di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata di domani giovedì 1 marzo.

 

La Provincia, infine, raccomanda la popolazione ad adottare buone norme di comportamento in caso di neve, evitando cioè di mettersi in viaggio se non necessario e comunque, assicurandosi di avere i veicoli attrezzati con gomme termiche o catene. Coloro che abitano in zone isolate e con viabilità difficoltosa devono accertarsi di disporre di fonti alternative di riscaldamento e di organizzarsi in caso di eventuali black out elettrici.

 

 

Intanto anche l’Azienda sanitaria ha adottato provvedimenti analoghi, disponendo la chiusura dei centri diurni per anziani, disabili e pazienti con patologie psichiatriche, nei territori interessati dalle ordinanze emesse dai sindaci a tutela della popolazione.

Seguendo le indicazione della Regione Toscana la ASL ha inoltre attivato tutte le misure sufficienti e necessarie per al tutela della salute dei cittadini, con particolare attenzione alle fasce a maggior rischio ed in particolare alle persone fragili assistite.

Rimarranno regolarmente aperti i servizi sanitari e gli uffici amministrativi, anche se non si escludono possibili difficoltà legate a situazioni imprevedibili per le quali l’ASL si scusa anticipatamente con i cittadini.

 

A Lucca, oltre alle scuole chiuse, già da questa serata saranno attivi i mezzi spargisale su tutte le strade comunali e sono allertati i mezzi spazzaneve che potranno entrare in funzione già nella nottata. Come già comunicato alcuni giorni fa, in questi giorni di intenso freddo è aperto il dormitorio pubblico straordinario aperto presso la Pia Casa in via Santa Chiara: a partire dalla serata di domani giovedì 1° marzo e per il giorno successivo, venerdì 2, sarà spostato presso il Foro Boario (via per Camaiore – Borgo Giannotti) con apertura ore 19.30 fino alle 20.30 per informazioni 800 662 999.

L’invito per i cittadini è a evitare il più possibile l’uso dell’automobile e, se necessario utilizzarla, avere a bordo l’equipaggiamento richiesto (catene da neve o gomme termiche), prestare massima attenzione alla guida e fare attenzione al ghiaccio, anche per i pedoni, su strade e marciapiedi.

L’amministrazione fa presente che tutte le misure sopra descritte sono adottate in via precauzionale per poter gestire nel miglior modo possibile le eventuali criticità. Per informazioni Protezione Civile comunale 0583 409061.

 

Anche a Viareggio è stata disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e dalla mezzanotte, al comando di polizia municipale sarà aperto il centro operativo comunale (Coc). I mezzi della protezione civile in nottata ripeteranno la salatura delle strade e delle aree di sosta per mezzi pesanti.

Anche il Comune di Viareggio ha predisposto una struttura di ricovero notturno: 10 posti letto disponibili nei locali della “torretta” (in Via Aurelia Nord sul retro della Stazione Ferroviaria) per tutte quelle persone senza fissa dimora che non hanno trovato ricovero al dormitorio di Via Cavallotti. Il servizio sarà aperto dalle 19 fino alle 8 della mattina successiva. I volontari delle associazioni garantiranno il servizio di accoglienza e di vigilanza notturna: sul territorio inoltre opera l’unità di strada che fornisce coperte e beni di conforto.
Per emergenze è attivo il numero 0584/46543.

 

 

A Capannori, oltre alla chiusura delle scuole, si raccomanda la massima attenzione nel percorrere la viabilità, dove comunque saranno adottate tutte le misure preventive del caso. Scuole chiuse a Montecarlo e Altopascio, dove il sindaco D’Ambrosio raccomanda l’uso di gomme termiche o le catene a bordo. Per informazioni ad Altopascio si può chiamare il 335/8030440 (polizia municiale) o il 339/3042131 (comune di Altopascio).

Il Comune di Porcari, oltre a disporre la chiusura delle scuole, ha deciso di tenere chiuso anche il Centro Anziani nella giornata di domani e il sindaco ha predisposto l’estensione del servizio di reperibilità della polizia municipale per tutta la notte (il numero è il 320/4335136), dove l’agente incaricato provvederà a smistare la chiamata a chi di competenza, per zona e intervento.

 

In Valle del Serchio, il presidente dell’Unione dei Comuni della Mediavalle, Patrizio Andreuccetti, annuncia la chiusura delle scuole a Borgo a Mozzano, Pescaglia, Bagni di Lucca, Barga e Coreglia, così come saranno chiuse anche quelle di Camporgiano, Piazza al Serchio, Gallicano, Pieve Fosciana, Castelnuovo Garfagnana e Fabbriche di Vergemoli.

 

A Seravezza, oltre alle scuole chiuse nella giornata di domani, è stato attivato un numero di protezione civile a disposizione per le segnalazioni urgenti: 0584/742090. Ordinanza anche a Forte dei Marmi, Pietrasanta e Camaiore. A Pietrasanta è stato predisposto un piano neve e ghiaccio che prevede lo spargimento di sale e sono state già preallertate le ditte che interverranno in caso di necessità, mentre a Camaiore, l’ordinanza di chiusura include anche le palestre, il palazzetto dello sport e la piscina comunale, al di fuori dall’orario scolastico.

 

EMERGENZA E L’ACQUA – Anche Acque spa prende provvedimenti e dà consigli su come affrontare le prossime – gelide – ore. Anche per domani, infatti, il gestore del Basso Valdarno ha deciso di concentrare tutto l’impegno dei propri operatori sul servizio del call center guasti (numero verde 800 983 389, gratuito e attivo 24 ore su 24). Una misura straordinaria e necessaria per far fronte al consistente afflusso di telefonate per problemi ai contatori dovuti alle rigide temperature. Nonostante la campagna informativa su come proteggerli dal freddo, infatti, le intense gelate hanno causato congelamenti e/o rotture dei contatori, con conseguenti mancanze d’acqua presso le singole abitazioni. Per questo gli operatori che di solito si occupano del servizio commerciale saranno impiegati per tutta la giornata per seguire questa specifica attività. I numeri del call center commerciale (800982982 e 050843843) saranno quindi sospesi anche giovedì 1 marzo. Per le pratiche commerciali è possibile gestire la propria utenza con lo sportello online o la app MyAcque.

Acque coglie l’occasione per sottolineare come quella di giovedì 1 marzo sia destinata ad essere una giornata altrettanto complessa, come conferma anche l’allerta meteo arancione per neve della Regione Toscana. Come già avvenuto in casi simili, potrebbero verificarsi problemi sulle linee telefoniche nazionali, con temporanei malfunzionamenti non imputabili al call center del gestore idrico. Al contempo, data la difficile situazione di viabilità, potrebbero registrarsi difficoltà per gli operatori nel raggiungere le sedi di lavoro o le zone in cui dovessero verificarsi problemi per il servizio idrico.

TRENI E TRASPORTI – A seguito dell’Allerta Arancione per neve in tutta la regione, emessa nella tarda mattinata di oggi dalla Protezione Civile, valida per la giornata di domani giovedì 1 marzo,  Rete Ferroviaria Italiana renderà operativo dalla serata di oggi il Piano neve e gelo, con una previsione di riduzione dell’offerta dei servizi ferroviari regionali per tutta la giornata di domani 1 marzo.

Fra le azioni previste dal Piano, anche la riprogrammazione dell’offerta commerciale dei treni regionali, che sarà ridotta complessivamente di circa il 50% in relazione all’infrastruttura disponibile con questo livello di emergenza.

Nello specifico si prevede di effettuare i seguenti servizi:

  • linea Firenze-Arezzo-Chiusi-Roma: oltre il 60% dei treni programmati;
  • linea Firenze-Borgo San Lorenzo via Pontassieve: circa il 45% dei treni programmati;
  • linea Firenze-Borgo San Lorenzo via Vaglia: circa il 40% dei treni programmati; nella tratta Marradi-Faenza il servizio sarà effettuato con bus;
  • linea Firenze-Pisa-Livorno: circa il 50% dei treni programmati;
  • linea Firenze-Empoli: i treni non effettueranno la fermata di Signa ma solo quella di Lastra a Signa;
  • linea Firenze-Pistoia-Lucca-Viareggio: effettuato circa il 60% dei treni programmati;
  • linea Firenze-Siena: circa il 45% dei treni programmati;
  • linea Pisa-Grosseto-Roma: circa il 60% dei treni programmati;
  • linea Pisa-Lucca-Aulla: circa il 40% dei treni programmati;
  • linea Pisa-La Spezia: circa il 45% dei treni programmati;
  • linea Prato-Bologna: oltre il 60% dei treni programmati;
  • linea Pistoia-Porretta: il 100% dei treni programmati;
  • linea Siena-Chiusi: infrastruttura non disponibile, il servizio sarà effettuato con bus;
  • linea La Spezia-Pontremoli: circa il 60% dei treni programmati;
  • linea Siena-Grosseto: servizio ferroviario tra Siena e Buonconvento; tra Buonconvento e Grosseto il servizio sarà effettuato con bus;
  • Cecina-Saline Volterra: infrastruttura non disponibile; il servizio sarà effettuato con bus;
  • Campiglia-Piombino: infrastruttura non disponibile; il servizio sarà effettuato con bus.

Ulteriori bus saranno operativi a partire dalle 5.00 in diverse località per ogni necessità che dovesse sorgere. Sull’Alta velocità confermato l’80% dei collegamenti. Sulla linea Tirrenica sarà operativo il 90% dei servizi (Frecce ed Intercity). Potenziato il presidio di assistenza ed informazioni. Il Gruppo FS Italiane invita i viaggiatori ad informarsi sulla situazione traffico ferroviario prima di mettersi in viaggio, anche attraverso i canali di informazione del Gruppo FS Italiane: FSnews.it e su Twitter l’account @FSnews_it.

MEZZI PESANTI – Confartigianato informa le aziende di Autotrasporto che la Prefettura di Lucca a causa dell’allerta meteo arancione per rischio neve, ha adottato a partire dalle ore 22.00 di oggi mercoledì 28 febbraio fino a successiva comunicazione un provvedimento di divieto di transito dei mezzi pesanti con portata superiore ai 7,5 t (TIR) in tutto il territorio provinciale. Invitiamo, pertanto, le aziende interessate a visitare il sito della Prefettura di Lucca
www.prefettura.it/lucca/multidip/index.htm per essere costantemente aggiornati dalla protezione civile sull’evolversi della situazione.

 

Fonte: Lo Schermo

Advertising