[ALTOPASCIO] Lucca, Mallegni vince la sfida con Marcucci. Ko anche Baccelli

da
Advertising


LUCCA. Centrodestra pigliatutto nei collegi, Movimento 5 stelle primo partito. Questo dicono i numeri delle elezioni politiche per la Lucchesia. Il Partito democratico perde meno che altrove ma non riesce comunque né a far passare i suoi candidati nell’uninominale, né a mantenere il primato nel proporzionale.


Camera. Niente seggio a Montecitorio per l’ex presidente della Provincia e attuale consigliere regionale Stefano Baccelli battuto da Riccardo Zucconi, alfiere del centrodestra con un netto (quando manca una manciata di seggi) 38% contro il 26%. Baccelli riesce a mantenere di un soffio il secondo posto davanti al Cinque Stelle Piero Landi, coinvolto nel caso massoneria ma comunque non penalizzato più di tanto nel voto. Nel proporzionale (considerando la Lucchesia più Viareggio e Massarosa) il Movimento 4 Stelle raggiunge il 18,9%, davanti al Pd con il 16,58% e la Lega con il 15,27%. Baccelli è stato sconfitto anche nel capoluogo: nel
Comune di Lucca
Zucconi arriva al 34% dei voti contro il 29 di Baccelli e il Pd, con il suo 22,75%, deve cedere lo scettro di primo partito ai Cinque Stelle con il 24,96%.


e

Crollo del Pd nazionale, sotto il 20%. Il centrodestra supera il 30%: exploit del Carroccio. Anche in Toscana male il partito di Renzi: in molti collegi è sotto


Senato. Non ce la fa, nel collegio uninominale che comprende le province di Lucca e Massa Carrara, il senatore uscente Andrea Marcucci (Pd) che ha raggiunto solo il 25,9%: è così terzo, dietro il mattatore Massimo Mallegni (centrodestra) con il 38,67% e la Cinque Stelle Sara Paglini (27,17%). Per Marcucci potrebbe comunque arrivare lo stesso lo scranno senatoriale, visto che era candidato al secondo posto dietro il ministro della difesa Roberta Pinotti nel collegio plurinominale.


Altopascio e Montecarlo.Bene il centrodestra anche nei collegi pistoiesi e pratesi che comprendevano i territori comunali di Altopascio e Montecarlo. A Palazzo Madama è stato eletto Patrizio La Pietra, che ha battuto per circa tre punti la democratica Caterina Bini. Alla Camera siederà l’industriale Maurizio Carrarache ha battuto per due punti e mezzo il Pd Edoardo Fanucci.

Fonte: Il Tirreno

Advertising