Capannori Più sicurezza per i cittadini:dal 3 aprile il servizio di pattugliamento della polizia municipale sarà esteso fino alle ore 22

da
Advertising

Capannori –

polizia municipale

Da martedì 3 aprile il servizio di pattugliamento della polizia municipale sul territorio sarà prolungato fino alle ore 22. L’attività di controllo della polizia municipale sarà così estesa di tre ore visto che finora si ferma alle ore 19. Due pattuglie, una per la zona centro-nord ed una per la zona centro-sud, oltre a raccogliere le segnalazioni dei cittadini che arrivano su Whatsapp presidieranno il territorio e vigileranno nelle varie frazioni con il lampeggiante acceso come deterrente per i malintenzionati.

Si rafforza così  il ‘pacchetto sicurezza’ messo in campo dall’amministrazione Menesini per svolgere azione di prevenzione e contrasto al fenomeno dei furti e di altri episodi di microcriminalità  che ultimamente sta interessando il territorio. Accanto a misure già in atto come  ‘WhatsAppiamo sicurezza’ e il ‘Controllo di vicinato’, ora arriva infatti il pattugliamento serale  della polizia municipale.

“Il presidio del territorio durante le ore serali, quelle predilette da chi vuole compiere furti nelle abitazioni o compiere altre azioni di microcriminalità, si è rivelato importante come già abbiamo sperimentato in altri periodi e per questo abbiamo deciso di riattivarlo in un momento in cui i cittadini manifestano particolare  bisogno di sentirsi protetti – spiega l’assessore alla sicurezza urbana Lia Miccichè -. Una misura importante  che si colloca accanto ad altre già in atto alle quali chiediamo ai cittadini di partecipare, perché siamo convinti che l’alleanza tra residenti, amministrazione  e forze dell’ordine sia vincente per garantire a tutti più sicurezza. Alla base di tutto il ‘Pacchetto sicurezza’ e del percorso partecipativo che stiamo portando avanti con le assemblee sul territorio c’è il concetto che una comunità coesa che comunica al suo interno e con le istituzioni sia una comunità più sicura”.

Il controllo di vicinato, che nelle ultime settimane ha fatto registrare nuove adesioni, facendo arrivare i gruppi partecipanti ad una quindicina prevede l’auto-organizzazione tra vicini per controllare l’area intorno alle proprie abitazioni e prevede una stretta collaborazione tra cittadini, polizia municipale e forze dell’ordine. I cittadini volontari non hanno alcuna autonomia operativa, perché il loro compito è esclusivamente quello di segnalare a chi di competenza situazioni sospette. Nelle frazioni interessate dal progetto di promozione di sicurezza urbana sono installati cartelli con scritto ‘Qui si svolge il controllo di vicinato’ che hanno come scopo quello di far sapere a chiunque transiti nell’area interessata dal controllo che la sua presenza non passerà inosservata e che quindi dovrebbero servire da deterrente. Per formare un gruppo di controllo di vicinato è necessario compilare un apposito modulo presente sul sito del Comune nella sezione ‘Polizia Municipale’  che va protocollato all’Urp del Comune o consegnato agli uffici della polizia municipale.

Grazie alla misura ‘Whatsappiamo sicurezza’ che attualmente vede la presenza di 35 gruppi, quasi uno per ciascuna frazione, per un totale di circa 700 iscritti i cittadini possono segnalare movimenti e persone sospetti e situazioni di potenziale pericolo al fine di garantire più sicurezza sul territorio. Ciascun gruppo è amministrato e tenuto sotto controllo dalla polizia municipale, che può così decidere quali accorgimenti prendere in base ai messaggi ricevuti e se inviare sul posto una pattuglia.
Per chi ancora volesse iscriversi al servizio ‘Whatsappiamo sicurezza’ basta inviare una email all’indirizzo sicurezza@comune.capannori.lu.it, indicando il proprio nominativo, indirizzo, frazione, e numero di cellulare.

Advertising
Tags: