PORCARI Basket Femminile Porcari: lezione di coach Giuseppe Piazza alle giocatrici della squadra Under 16

da
Advertising

PORCARI – Giuseppe Piazza, coach del Cmb Lucca e della Nazionale femminile Under 17, terrà una lezione alle ragazze del Basket femminile Porcari. L’appuntamento è in programma lunedì 9 aprile, dalle 19 alle 21, al Palasuore di via Carrara dove l’allenatore avrà come allieve le giocatrici della squadra Under 16, reduce tra l’altro da una positiva esperienza al Torneo di Pasqua a Pesaro.
E’ la seconda iniziativa del genere promossa in poco tempo dal Bf Porcari. Il 21 febbraio scorso era stato infatti Mirco Diamanti, coach campione d’Italia con il Basket Le Mura Lucca, a tenere uno stage alle atlete del team di Promozione.
Adesso l’invito è stato raccolto da coach Piazza, circostanza che dà continuità al primo appuntamento, non fosse altro perché il tecnico lucchese è stato per cinque stagioni (dal 2012/2013 al 2016/2017) a fianco di Diamanti nella conduzione delle Mura.
Ma Piazza ha anche una storia personale che parte da lontano, da quando bambino aveva cominciato
a giocare con la maglia del San Donato Basket dopo aver ereditato dal padre Egidio la grande passione per la pallacanestro.
Una passione che lo ha portato ben presto a contatto con la realtà del Bf Porcari. La sorella Ilaria era allenata da Elisa Saettoni, che giocava anche in quella squadra delle suore che raggiunse l’A2. “Andavo a vedere le partite al Palasuore – dice Piazza – ma ricordo anche tutte le volte che ho giocato nel campo all’aperto, le sfide con gli amici, i tornei estivi”.
Molte delle ragazze che frequentavano la palestra tra l’altro studiavano all’Itc Carrara di cui era vicepreside proprio il padre di Giuseppe. “E io – rammenta il coach – le andavo a vedere quando prendevano parte ai Giochi della Gioventù”.
Cresciuto a pane e basket, Piazza non si è mai più staccato dalle palestre, al punto che alla professione di geometra ha preferito quella di allenatore e formatore. E si è sposato con Lorenza Calcagnini, ex giocatrice conosciuta proprio frequentando i parquet.
Negli ultimi anni gli impegni del tecnico lucchese si sono fatti molto più intensi. Oltre a ricoprire il ruolo di assistente di Diamanti in A1, gli è stata infatti affidata la panchina del Cmb Lucca, la squadra che di fatto ha preso il posto della Pallacanestro Lucca. Da quattro stagioni Piazza è capoallenatore del Cmb e quest’anno la squadra, con tanti ragazzi giovani cresciuti in questa società, sta facendo davvero bene nel campionato di serie C.
D’altronde il Cmb è un punto di riferimento importante per chi vuole fare pallacanestro a Lucca, tra minibasket e squadre giovanili ha oltre 300 tesserati.
Ma non ci sono solo rose e fiori nella carriera del 50enne tecnico lucchese.
C’è anche il dispiacere per l’inaspettata fine della Pallacanestro Lucca (“mi auguro che questo nome torni presto, questa società è l’erede dell’altra”), e l’amarezza per come è finita la grande avventura con il Basket Le Mura Lucca dopo la conquista dello scudetto.
“In quei cinque anni – afferma Piazza – si è creato un rapporto tecnico e soprattutto umano con Mirco Diamanti che durerà per sempre. Ho imparato tante cose, mi ha insegnato a mettermi in discussione. Mi rendo conto di essere cresciuto e di avere fatto un percorso importante, conoscendo a fondo una realtà diversa come quella del basket femminile”.
Proprio questa esperienza lo ha portato nel team azzurro, nel giro delle Nazionali. Seguito il corso di formatore, Piazza ha conosciuto Andrea Capobianco, ex ct dell’Italdonne, ed è stato chiamato prima nello staff tecnico della Nazionale femminile Under 18 che ha partecipato agli Europei 2016 a Sopron, in Ungheria e l’anno dopo con la Nazionale Under 16 ha vinto la medaglia di bronzo agli Europei di Bourges in Francia. Quest’anno a luglio con l’Under 17 sarà a Minsk, in Bielorussia, per i mondiali.
Prima però c’è l’appuntamento al Palasuore, con la lezione che lo vedrà affrontare due temi: capacità di conoscere (leggere) il gioco; importanza dell’uso del corpo.
Per le giovani atlete del Bf Porcari allenate da Francesca Salvioni un’altra importante occasione di confronto e di crescita

Fonte: Lo Schermo

Advertising