PORCARI Torna per il terzo anno consecutivo la manifestazione primaverile ‘Porcari in fiore’

da
Advertising

PORCARI – ‘Porcari in Fiore’ taglia il traguardo dei tre anni di vita. In programma domenica 15 aprile dalle 8 alle 19, la manifestazione è stata presentata questa mattina (13 aprile) alla Fondazione Giuseppe Lazzareschi alla presenza della direttrice Cristina Lazzareschi, dell’assessore al Commercio Roberta Menchetti e del presidente dell’associazione Porcari Attiva, Michele Adorni.

 

I colori e i profumi dei fiori abbelliranno ancora gli spazi verdi della piazza principale, cuore dell’evento, dove troveranno spazio anche tanti artigiani ed espositori di prodotti tipici. Ma anche le strade intorno alla piazza si animeranno con il mercatino della terra, altri espositori artigiani e lo street food, mentre la strada principale del centro cittadino sarà interamente dedicata allo shopping grazie ai negozi, che per l’occasione resteranno aperti, e al rinomato Mercato di Forte dei Marmi.

 

«E’ stato un grande lavoro di squadra – dice Cristina Lazzareschi, direttrice della Fondazione Lazzareschi – anche in considerazione delle nuove norme sulla sicurezza che hanno creato non poche difficoltà organizzative. La sinergia che si è creata con i commercianti di Porcari e l’Amministrazione Comunale, ma anche con tutte le realtà associative locali che hanno collaborato all’organizzazione, come la Croce Verde di Porcari e l’associazione Animal Event, sarà sicuramente e ancora una formula vincente».

 

Porcari in fiore, però, non è solo shopping ma anche divertimento. Nel consueto palinsesto della manifestazione troveranno spazio le performance di Street Art come il Circo itinerante, i saltimbanchi, la street band, le ragazze della street dance e il teatro di strada, che coinvolgeranno il pubblico nelle loro simpatiche esibizioni itineranti. In programma anche uno spazio dedicato alla western line dance, il divertentissimo ballo dei Cow-boy americani.

 

«Un costante impegno collettivo, la volontà di “creare” con tutti e per tutti – ha detto Michele Adorniha portato ad una crescita dell’interesse del pubblico verso le manifestazioni e dunque verso la vasta offerta commerciale, per varietà e qualità, che il nostro territorio è in grado di proporre, qualità che sarà il cavallo di battaglia per il futuro. Una visione a medio-lungo raggio, l’entusiasmo generale e la preziosa sinergia creatasi tra il tessuto Associativo, l’Amministrazione Comunale e la Fondazione Lazzareschi, farà si che Porcari si affermi un paese attrattivo, garantendo una risposta certa agli interessi di tutti».

 

Ma non è tutto. In programma anche una sfilata di moda, esibizioni a corpo libero di giovanissime allieve, la consueta gara di torte Masterchef Junior vs nonne e mamme, la sfilata di bellezze in bicicletta, quella degli amici a quattro zampe con simpatici premi e l’allestimento di un vero e proprio set fotografico con la stampa immediata e gratuita delle foto a ricordo della giornata. In programma anche un incontro in Fondazione per conoscere la ricetta della zuppa lucchese di magro, che sarà data in omaggio a tutti i partecipanti.

 

Un’intera strada sarà dedicata ai bambini (e non solo) con tanti giochi creativi e costruzioni in legno naturale e ci saranno anche i gonfiabili. Sarà possibile salire e divertirsi in sella a dolcissimi pony.

 

Porcari in Fiore però è anche cultura. Nella sede della Fondazione Giuseppe Lazzareschi, il Palazzo di Vetro, troverà spazio la mostra (ad ingresso libero) “Il sogno americano. La fotografia di Gusmano Cesaretti”. Italiano (nativo proprio di Porcari) emigrato a Los Angeles negli anni ’70, Cesaretti è diventato uno dei più importanti artisti e fotografi di Hollywood. In esposizione numerosi scattidalla sua ricca e florida produzione artistica, scelti tra diversi periodi storici e luoghi geografici. Insomma, una festa per tutti i gusti e per tutta la famiglia ad ingresso libero.

Fonte: Lo Schermo

Advertising