PORCARI Porcari, insediato il consiglio comunale dei ragazzi

da
Advertising

PORCARI – Con una solenne cerimonia si è insediato questa mattina il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Porcari. A presiederlo, dopo un doppio scrutinio, sarà Benedetta Giannini della 3a C dell’Istituto Enrico Pea. Penelope Zullo (3a A) la affiancherà come vicepresidente, Jacopo Angeli (2a C) come segretario e Francesco Manfredi (2a B) come vice.

 

Nell’aula consiliare, gremita da genitori e amici, c’erano il sindaco Leonardo Fornaciari, il presidente del Consiglio Francesca De Toffol, gli assessori Rimanti, Menchetti e Baiocchi, i consiglieri Del Prete, Ramacciotti, Lamandini, Della Nina, Favilla e Pisani.

 

Il consiglio appena insediato è formato da 16 consiglieri: Valeria Dell’Agnello (1A Pea), Niccolò Chiappini (1B Pea), Sofia Ramacciotti (1C Pea), Margherita Rugai (1D Pea), Emanuele Fedeli (2a Pea), Francesco Manfredi (2B Pea), Jacopo Angeli (2C Pea), Lika Kesjana (3a Pea), Penelope Zullo (3B Pea), Benedetta Giannini (3C Pea), Andrea Del Sarto (3D Pea), Gabriele Paluca (5A Orsi), Nicol Cesaretti (5B Orsi), Erika Paduraru (5A La Pira), Fabio Romani (5B La Pira), Giulia Giudice (5C La Pira).

 

Ad aprile i lavori l’assessore alla Scuola Fabrizia Rimanti, che insieme ai dirigenti scolastici del polo scolastico di Porcari hanno dato vita al progetto. “Un progetto – ha detto Rimanti – che parte da lontano, con le assemblee che hanno preparato i ragazzi alla giornata di oggi e la successiva nomina dei rappresentati di classe. Lo abbiamo fortemente voluto perché crediamo nell’importanza di far conoscere i nostri ragazzi tutti gli ambienti di vita e dar loro la possibilità di fare proposte per migliorare la comunità locale”.

 

Dopo l’appello da parte del segretario comunale Domenico Fimmanò, c’è stato il saluto della presidente Francesca De Toffol. “Dopo diversi anni si ricostituisce il consiglio dei ragazzi – ha detto – ed è per me un grande onore, come prima donna chiamata a presiedere questa assise, poter battezzare il vostro insediamento. Questa esperienza – ha aggiunto rivolgendosi ai ragazzi – vi permetterà di abbattere il muto dell’indifferenzismo nei confronti della politica. Oggi tocca a voi fare da portavoce delle richieste dei vostri coetanei. Voi costituite la futura classe dirigente del nostro paese, e non è un frase fatta perché oggi fra noi c’è un giovane, David Del Prete, che come voi è stato seduto sui banchi del consiglio dei ragazzi e oggi ha avverato il suo sogno diventando consigliere comunale”.

 

Poi il saluto del sindaco: “Oggi siete importanti tutti voi – ha esclamato -, ma ancor di più quelli che vi hanno permesso di essere qui, affidandovi la fiducia e conferendovi questo mandato. Da stamattina, in un cerro senso, cominciate a fare politica, ad occuparvi dei problemi del paese e della scuola. Non è detto che ognuno di voi un giorno debba fare per forza politica attiva, ma occuparsi dei problemi della società questo sì. Non dite mai non mi interessa, è una frase troppo semplicistica che provoca solo danni. E ascoltate sempre quelli che vi criticano e non la pensano come voi. Un consiglio – ha concluso Fornaciari – che vale per voi bambini ma anche per noi adulti”.

 

Molto sentito l’intervento di David Del Prete, che tanti anni fa fu il primo presidente del Consiglio Comunale dei Ragazzi e oggi è il più giovane fra i consiglieri eletti. “La democrazia è un bene troppo prezioso per non essere difeso ogni giorno – ha ricordato -, ricordiamoci allora dei tanti giovani che versando il loro sangue hanno permesso ai nostri padri di scrivere la Costituzione”. A nome della minoranza ha parlato il consigliere Massimo Della Nina.

 

A conclusione è intervenuta Rosetta Da San Martino, dirigente vicaria dell’Istituto Comprensivo di Porcari. “Porto i saluto della dirigente Pucci impegnata in una riunione e Firenze – ha detto -, ma penso di esprimere un pensiero comune e condiviso se dico che questo è un momento di grande soddisfazione perché questo è il passaggio conclusivo del progetto cittadino condiviso, sul quale si è registrata una forte adesione di tutti i docenti. Credo che prima competenza chiave di cittadinanza che i bambini devono acquisire è il rispetto delle regole: dispiace che non tutti abbiano potuto sedere su questi banchi, ma questa è la regola del diritto di rappresentanza. E mi fa pacere che il consiglio dei ragazzi rinasce a Porcari nel 70mo anniversario della nostra costituzione”.

 

Dopo gli interventi dei neo consigliere che hanno illustrato le proposte emerse nelle assemblee che si sono svolte nei tre plessi scolastici, la cerimonia si è chiusa con la proiezione del discorso tenuto de Piero Calamandrei agli studenti milanesi nel 1955 e la consegna di una copia della Costituzione ad ognuno dei ragazzi.

 

Il consiglio rimarrà in carica due anni e deve essere convocato almeno tre volte all’anno.

 

Fonte: Lo Schermo

Advertising