[ALTOPASCIO] H-Demia raddoppia e cerca nuovi insegnanti

da
Advertising

LUCCA. H-Demia fa il bis. Otto anni dopo l’apertura della sede in via del Marginone 159 a Lucca – nata da un’idea del cantante lucchese Stefano Picchi e del noto musicista Meme Lucarelli – è in dirittura di arrivo il progetto per un raddoppio della scuola di musica e canto, di sale prova e incisioni per artisti: si chiamerà H-Demia Mediavalle e sorgerà sulla via provinciale Ludovica a Diecimo, nel complesso che ospita anche la posta e la banca, adiacente alla stazione ferroviaria. L’apertura della sala prove di H-Demia Mediavalle è imminente, entro una ventina di giorni. I corsi invece prenderanno il via a settembre 2018, in concomitanza con l’avvio del nuovo anno scolastico. E per i corsi c’è bisogno di insegnanti, «circa quindici», come spiega lo stesso Picchi, artista conosciuto, fra le altre, per il suo ottimo piazzamento a Sanremo nel 2004 quando arrivò settimo con il brano “Generale Kamikaze” e per avere messo in musica, in “Ama e dimentica” del 2017, le parole di Papa Francesco: un brano che lo ha reso celebre in tutto il mondo. Le figure ricercate sono quelle di docenti di musica e canto: gli interessati possono contattare il numero 0583 983388 o consultare il sito www.h-demiadimusica.it

La gestazione della nuova scuola di musica inizia alcuni mesi fa, per iniziativa di Giuseppe Aldi, pittore affermato residente al Piaggione (Lucca) con esperienze in campo musicale e figli con una formazione in corso o compiuta: Sebastiano di 24 anni, Iacopo di 18, studente al liceo musicale e il figlio più piccolo Tommaso, di 13 anni. «Sono stato anche io nel settore musicale – racconta Aldi – anche se da non professionista. Guardandomi intorno mi sono reso conto che in Mediavalle mancava un luogo concreto per la formazione musicale e con una disponibilità ad accogliere gruppi emergenti, con sale prova adeguate. Così ho proposto a Picchi e Lucarelli il mio progetto di aprire una seconda H-Demia. Il luogo che abbiamo individuato è strategico: cinquanta metri dalla stazione di Diecimo, e la Lodovica è anche molto servita di autobus per tutta la Mediavalle».

Picchi e Lucarelli, dopo aver valutato la proposta, l’hanno accolta con grande entusiasmo e si sono lanciati nella nuova avventura. «Dobbiamo fare il possibile perché la musica arrivi a tutti e diventi un bene di tutti. Imparare a suonare uno strumento è un valore assoluto che ognuno porta con sé per sempre», spiegano.

Oltre ai corsi di musica per lo studio di pianoforte, chitarra, batteria, basso, sax e clarinetto, nella nuova H-Demia ci sarà, anticipa Picchi, «un particolare dipartimento di canto che adotterà lo stesso metodo didattico di H-Demia casa madre, metodo che ha permesso agli allievi di raggiungere obiettivi importanti come The voice of Italy, Summer Festival e tour internazionali come gli opening dei concerti di George Benson, di massimo Ranieri, degli Spandau Ballet e di molti altri artisti».

La nuova scuola sarà dotata, continua l’anticipazione, «di aule allestite con strumentazioni tecnologiche di ultima generazione con molta attenzione agli strumenti musicali di alta qualità. Ci saranno sale prova per permettere ai gruppi musicali di preparare i propri repertori. La particolare posizione logistica, sulla Lodovica, vicina alla stazione di Diecimo, servirà non solo gli abitanti della Mediavalle ma anche di tutta la Garfagnana, cercando di supplire alle difficoltà per loro di raggiungere la sede lucchese di H-Demia. Studenti

e musicisti potranno raggiungere la scuola di Diecimo facilmente, col treno e i bus. Ci saranno anche corsi per bambini. Tutti gli insegnanti di musica che vogliono candidarsi possono chiamare al numero indicato o attraverso il sito: saranno chiamati per i colloqui».

Fonte: Il Tirreno

Advertising