Capannori Una serata in ricordo di Alessandra Biagi e delle vittime di violenza lunedì 28 maggio ad Artè

da
Advertising

Capannori –

La locandina dell'iniziativa

Una serata per ricordare Alessandra Biagi, la ragazza di Verciano uccisa nel 2010 dall’ex compagno, e tutte le altre donne vittime di femminicidio e di violenza. L’organizzano lunedì 28 maggio alle ore 21.15 al cinema Artè di Capannori il Comune e la Commissione pari opportunità in collaborazione con Amnesty International sezione Lucca, associazione Luna Onlus e Cineforum Ezechiele 25,17.
 

L’appuntamento si aprirà con un dibattito cui prenderanno parte Silvia Amadei, vice sindaca, Armida Bandoni, responsabile di Amnesty Iternational sezione Lucca, Silvia Mammini, psicologa del Centro Antiviolenza Luna e componente della commissione pari opportunità di Capannori e Valentina Mian, avvocata del Centro Antiviolenza Luna. Seguirà la proiezione di “La sposa bambina” di Khadija Al-Salami. 
 

“Dobbiamo continuare a mantenere alta l’attenzione sui temi del femminicidio e della violenza sulle donne – commenta la vice sindaca, Silvia Amadei -. Anche se negli ultimi anni la sensibilità sugli argomenti è aumentata, purtroppo le cronache sono ancora piene di questi casi. Non bisogna mai abbassare la guardia. Nel triste anniversario del femminicidio di Alessandra vogliamo ribadire con forza questo messaggio”.
 

“La sposa bambina” è il primo film diretto da una donna yemenita, girato clandestinamente nello Yemen e vincitore del premio per il miglior film al Festival di Dubai 2014. È una storia vera, in parte autobiografica dell’autrice. La pellicola narra la storia di Nojoom, una bambina yemenita che riesce a fuggire dal suo sposo aguzzino, ottenendo il divorzio all’età di 10 anni. Nello Yemen e in altri paesi molte bambine vengono infatti vendute in spose in età prepuberale a uomini molto più grandi.

L’ingresso è libero.

Advertising
Tags:

Leave a Reply

Your email address will not be published.