PORCARI Lucca, Viareggio, Porcari, Minucciano e Giuncugnano/Sillano potenziano la videosorveglianza: ecco i dettagli

da
Advertising

LUCCA  – La prefettura di Lucca è stata, questa mattina (12 giugno) teatro della firma di alcuni protocolli per la sicurezza che permetteranno alla Prefettura di sottoporre al ministero i progetti per l’ampliamento della videosorveglianza nei comuni aderenti.

 

A firmare i documenti, oggi, sono stati i Comuni di Lucca, Viareggio, Minucciano, Giuncugnano/Sillano e Porcari che ha firmato anche un secondo protocollo sul ‘controllo di vicinato’.

 

«Fondamentale è la collaborazione tra gli enti e le forze di polizia – sottolinea il prefetto, Maria Laura Simonetti inoltre questi protocolli hanno il vantaggio di creare una rete di sistemi di videosorveglianza sul territorio che sono in connessione tra loro e, anche questo è un aspetto fondamentale per l’efficacia dell’azione preventiva di tali progetti».

 

LUCCA – «La sicurezza è sempre più legata alle nuove tecnologie – afferma il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini – e rendere la nostra rete sempre più efficiente e capillare serve per dare anche un maggiore senso di sicurezza alla città».

Il progetto del capoluogo prevede l’installazione di 36 nuove telecamere che andranno a integrare la rete già esistente, sorvegliando i punti più delicati del territorio: 15 di queste saranno collocate nei quartieri esterni alle mura e nelle frazioni.

Nel dettaglio nel centro storico è previsto l’inserimento di nuovi ‘occhi elettronici’ in piazzale San Donato, piazzale Verdi, intersezione fra via San Paolino e piazzale Verdi, via Santa Giustina intersezione con piazza San Matteo, all’incrocio fra via San Paolino e via Galli Tassi, via Fillungo all’intersezione con piazza San Frediano, piazza San Francesco, angolo fra piazza San Martino e piazza Anteminelli, intersezione fra piazza della Magione e via Vittorio Emanuele II, incrocio fra via Mordini e via Fillungo, incrocio fra via Guinigi e via Sant’Andrea, piazza dell’Anfiteatro, incrocio fra via della Dogana e via del Molinetto, piazza San Michele in Foro angolo via Calderia, angolo di piazza San Salvatore e via Santa Giustina; infine due telecamere sono previste per la sortita San Frediano e quattro per la sortita San Colombano.

Fuori dalle Mura i nuovi apparecchi di videosorveglianza sono previsti all’incrocio davanti alla chiesa di Sant’Anna, all’incrocio fra piazzale Boccherini e via Catalani, in piazzale Ricasoli, all’incrocio fra via Bandettini e viale Europa, alla rotonda fra viale Puccini e viale Einaudi, all’incrocio fra viale San Concordio e via Bandettini, all’incrocio fra viale San Concordio e via delle Fornacette, alla rotonda fra viale San Concordio e via Savonarola, presso la rotonda fra via Castruccio Castracani e via Dante Alighieri, alla rotonda fra via Romana e via Piaggia, in piazza del Popolo (Ponte a Moriano), all’incrocio fra via di Picciorana e via Pesciatina, all’incrocio fra via del cimitero di Vicopelago e via Nuova per Pisa, all’incrocio fra via di Sant’Alessio e via di Pieve Santo Stefano e all’incrocio fra via delle Ville nord e via della SS. Annunziata.

 

VIAREGGIO – A rappresentare il sindaco c’era l’assessore Maurizio Manzo che ha specificato come questo progetto è importante per l’implementazione della rete delle telecamere. «Saranno rimesse in funzione quelle adesso disattivate – ha detto – e ne saranno installate di nuove». Le zone su cui si concentreranno gli interventi saranno Torre del Lago e piazza della Stazione.

 

MINUCCIANO e GIUNCUGNANO/SILLANO – A firmare c’erano il sindaco di Sillano Roberto Pagani e il consigliere di Minucciano Vittorio Torre: tutti e due hanno sottolineato l’importanza di avere un sistema di videosorveglianza che permetta di tenere sempre sotto controllo le situazioni: non a caso i punti dove si concentreranno gli interventi sono gli snodi viari di entrata e uscita dai borghi. «La popolazione ha un’età abbastanza avanzata – spiega il sindaco Pagani – e questo fa sì che spesso la paura possa essere un ‘nemico’: è, quindi, importante far sentire i cittadini al sicuro e questo sistema di videosorveglianza riesce proprio in questo».

 

PORCARI – Come dicevamo, sono stati due i protocolli firmati da Porcari: non solo quello della sicurezza, ma anche quello relativo al ‘controllo di vicinato’, che per il sindaco Leonardo Fornaciari – che proprio oggi festeggia un anno dall’elezione – rappresenta un importante salto in avanti per quello che riguarda la cittadinanza attiva e consapevole, come dimostra il fatto che «sempre più cittadini vogliono partecipare in prima persona alla sicurezza del luogo dove vivono». Ad essere al centro del progetto di videosorveglianza, invece, saranno gli accessi a Porcari e i parchi pubblici, come si era preposto di fare un anno fa, alla sua elezione.

Fonte: Lo Schermo

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.