[ALTOPASCIO] Conte of Florence, ora spunta un investitore della Lucchesia

da
Advertising

LUCCA

Qualcosa si muove. L’amministratore delegato della Conte of Florence con sede legale ad Altopascio, Carlo De Carolis, e il curatore fallimentare Riccardo Della Santina sono alle prese con l’esercizio provvisorio concesso sino a ottobre dai giudici del tribunale fallimentare per cercare di salvare il salvabile della storica azienda di abbigliamento. E adesso è spuntato un importante investitore con capitali lucchesi che potrebbe gestire l’attività ed essere interessato all’affitto di ramo d’azienda e, perché no, in futuro a rilevare la società una volta risanata. Si tratta di un’ipotesi tutt’altro che peregrina e già la prossima settimana sono attesi sviluppi. Per quanto riguarda i posti di lavoro nella sede di corte Luini della «Conte of Florence Distribution spa» dai 70 del 2017 siamo arrivati ai 50 attuali mentre i circa 200 dipendenti dei 48 punti vendita COF outlet e COF retail sparsi in tutta Italia oggi sono diventati circa 120 con la chiusura di quattordici negozi ritenuti economicamente non convenienti e che rappresentavano un mero costo aziendale. La speranza è che non vi siano ulteriori tagli.

Il marchio Conte of Florence datato 1952 è al centro di un’indagine della procura della Repubblica. Nel mirino è finito un rappresentante della società bulgara Pentacompany che nel 2015 aveva acquistato il

marchio e nel marzo scorso si era reso disponibile a retrocedere la proprietà per favorire il gruppo (Global Smart Capital Corporation) che voleva salvare la COF dal crac e che esibì una copia fotostatica di un orders check da 10 milioni di euro poi rivelatosi un’autentica patacca. —

Fonte: Il Tirreno

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.