PORCARI Arrivano anche a Montecarlo le telecamere contro i furbi – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

MONTECARLO

Anche il territorio di Montecarlo (dopo Altopascio) sarà sorvegliato dal sistema di telecamere “watchdog”, letteralmente “cane da guardia”, che permetterà di individuare i veicoli che viaggiavano senza assicurazione e senza revisione.

Sono iniziati i lavori di perimetrazione delle principali vie di accesso lungo i confini del territorio comunale per controllare le targhe dei veicoli e mezzi in transito e colpire i trasgressori grazie ai varchi elettronici.

L’installazione prevede quattro principali varchi di ingresso al territorio comunale dalla Piana lucchese e dalla Valdinievole e consentirà alle forze dell’ordine collegate tramite pc e cellulare di controllare in tempo reale il traffico veicolare sia in entrata che in uscita dal territorio comunale rilevando non soltanto la proprietà degli autoveicoli, offrendo informazioni utili ad eventuali indagini su auto sospette o rubate, ma anche i dati relativi alla revisione ed assicurazione del mezzo fino alla regolarità della patente di guida dei conducenti, consentendo la sanzione sancita dal codice della strada.

L’amministrazione comunale ha stanziato 30mila euro per questo sistema che in sinergia con le forze dell’ordine permetterà di monitorare ogni veicolo di passaggio sul territorio montecarlese.

Il progetto approvato dal Comune prevede la fornitura e l’installazione di un sistema di videosorveglianza e lettura targhe di ultima generazione. I transiti saranno monitorati nella sala controllo della polizia municipale con una visione e registrazione degli scenari che potranno anche essere utilizzati nell’attività di prevenzione e contrasto delle illegalità ed atti di vandalismo e salvaguardia di parchi ed altre zone del paese.

Obiettivo dell’amministrazione comunale, che ha completato il riassetto dell’organico del corpo di polizia municipale e d è in fase di valutazione un ulteriore ampliamento, è quello di una maggior sicurezza del territorio. Inoltre tutti i flussi video saranno convogliati nella centrale di registrazione presso data center, dove sarà previsto un server dedicato di registrazione e gestione del sistema opportunamente dimensionato e configurato per poter conservare le immagini per sette giorni provenienti da tutti gli apparati video installati sul territorio comunale.

«Completiamo un primo passaggio importantissimo – dichiarano il sindaco Vittorio Fantozzi e il consigliere delegato alla sicurezza Marco Carmignani – con il monitoraggio e la difesa a perimetro del territorio comunale grazie ad un progetto che, in fasi diverse, consentirà alle forze dell’ordine di svolgere al meglio il proprio compito a garanzia della sicurezza della nostra comunità».

Ancora in stand-by invece le Ztl ipotizzate dal sindaco Fantozzi per tutelare il centro storico. Sempre più telecamere sul territorio della Piana.

Dalle watch dog (a Capannori invece si usa il targa system

per questo tipo di infrazioni) a quelle più classiche di videosorveglianza a quelle per contrastare mezzi pesanti “fuori legge” o che entrano in strade vietate che sono già attivate a Porcari e sono state annunciate anche a Capannori sul viale Europa e via di Carraia. —

Fonte: Il Tirreno

Advertising