PORCARI Pomodoro canestrino. C’è il riconoscimento del presidio Slow Food – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

LUCCA. Una delle varietà più pregiate e gustose di pomodoro è adesso tutelata e valorizzata.

È infatti nato il presidio Slow Food del pomodoro Canestrino di Lucca, grazie al gioco di squadra tra Slow Food Condotta Compitese e Orti Lucchesi, Fondazione banca del Monte di Lucca e Comuni di Lucca, Capannori e Porcari.

Il presidio si pone l’obiettivo di salvaguardare, distinguere e promuovere la produzione di questo ortaggio tipico della Piana di Lucca e con esso tutto il territorio. Il risultato è stato ottenuto mettendo a sistema l’intera filiera produttiva, dai custodi dei semi produttori alle ditte sementiere locali, dai vivaisti che preparano le piantine agli agricoltori locali. Diciannove aziende agricole locali hanno così potuto costituire l’associazione “Produttori Pomodoro Canestrino di Lucca”.

«Siamo soddisfatti della nascita di questo presidio, che è frutto di un vero e proprio gioco di squadra» commentano l’assessore allo sviluppo economico di Lucca, Valentina Mercanti, l’assessore all’agricoltura di Capannori, Serena Frediani e il consigliere comunale incaricato all’agricoltura di Porcari, Pietro Ramacciotti

«La Fondazione sostiene questo progetto perché crede nell’importanza della valorizzazione delle coltivazioni tipiche locali». Soddisfazione espressa anche da Marco Del Pistoia, fiduciario di Slow Food Condotta Compitese e Orti Lucchesi: «L’obiettivo raggiunto con il presìdio è un ulteriore anello alla catena di salvaguardia perché questo riteniamo sia lo strumento utile per far conoscere e riconoscere questo pomodoro evidenziandone i tratti distintivi e mettendolo al riparo dai rischi di estinzione».

I promotori hanno definito un primo calendario di eventi per la promozione del pomodoro canestrino, che culminerà con un grande evento a “Terramadre Salone del Gusto 2018” in programma dal 20 al 24 settembre a Torino in cui si metteranno al centro anche altri prodotti tipici lucchesi.

Di seguito, date e orari degli eventi: mercoledì 1 agosto, nel pomeriggio, al mercato biologico in piazza San Francesco, a Lucca; sabato 4 agosto (dalle 11,30), aperitivo con degustazioni al “Mercato Contadino” di Marlia; sabato 11 agosto, cena alla cooperativa L’Unitaria di Porcari.

Il pomodoro canestrino di Lucca, quindi, entra a far parte della “grande famiglia” di Slow Food, che conta oltre 500 presidi

(fra cui a livello locale quello del fagiolo rosso di Lucca) che coinvolgono più di 13. 000 produttori.

Ogni presidio, infatti, organizza attività di formazione, promuove e valorizza i prodotti e i loro territori, presentandoli in occasione di manifestazioni ed eventi. —

Fonte: Il Tirreno

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.