[ALTOPASCIO] Da lunedì vietato usare l’acqua per annaffiare o lavare l’auto

da
Advertising

LUCCA

Con il gran caldo e la siccità arrivano anche le ordinanze per limitare il consumo dell’acqua. Una è stata firmata dal sindaco Alessandro Tambellini e su tutto il territorio comunale di Lucca impone dal 6 agosto al 30 settembre di usare l’acqua dell’acquedotto soltanto per scopi igienici e domestici. Non si potrà, dunque, annaffiare o lavare l’auto: la sanzione, per chi fosse trovato a trasgredire, va da 100 a 500 euro.

«L’ordinanza – spiega il presidente di Geal Giulio Sensi – risponde a una comunicazione su scala regionale da parte dell’Ait perche probabilmente ci sono situazioni difffuse sul territorio regionale di sofferenza specie nelle zone collinari o dove la rete acquedottistica è più fragile. Per quello che riguarda il territorio lucchese, esistono alcune zone collinari in cui nei giorni scorsi abbiamo registrato un po’ di sofferenza sulla rete dovuta ad un uso più consistente di acqua a fini irrigui. Per questo rinnoviamo la raccomandazione, che con questa ordinanza diventa obbligatoria, a limitare l’uso a fini domestici per non incidere sulla portata degli acquedotti minori. Geal ha provveduto nei giorni scorsi ad alcuni interventi sugli impianti per incidere in modo positivo sulla rete e compensare in questo modo alcune minime carenze nelle zone, appunto collinari. In ogni caso la situazione è molto diversa rispetto

a quella di un anno fa, quando la crisi idrica aveva messo a dura prova la rete, anche se nella Piana le riserve d’acqua non sono mai mancate nè andate in crisi».

Un’ordinanza identica nei contenuti è stata firmata anche dal sindaco di Altopascio Sara D’Ambrosio. —

Fonte: Il Tirreno

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.