[ALTOPASCIO] Torna per il terzo anno il trofeo per ricordare lo sfortunato Simone

da
Advertising

LUCCA

Fervono i preparativi in casa New Bike 2008 Racing Team per l’organizzazione della terza edizione del Monte Faeta – Trofeo Simone Pardini, che si svolgerà domenica 26 agosto a Santa Maria del Giudice. La manifestazione è stata fortemente voluta dai genitori di Simone e da tutti coloro che conoscevano il ragazzo, morto tragicamente il 3 agosto 2015, dopo esser stato investito da un Tir sulla via Romana, nei pressi di Altopascio.

Non sarà solo un evento sportivo ed agonistico, valido come Campionato Regionale Toscano Fci, ma anche un modo per ricordare “Simo”, così come veniva chiamato dagli amici. Il ritrovo per le iscrizioni è fissato dalle 7.30 alle 9.30, mentre la partenza avverrà alle 10 e i partecipanti potranno scegliere tra un tracciato lungo di 43 km e uno corto di 30 km. Ma vediamo in dettaglio il percorso della Gran Fondo.

Dopo lo start dato dal Campo Sportivo di Santa Maria del Giudice, verrà affrontata subito la prima salita in asfalto di circa un chilometro, con delle pendenze già importanti, che oscillano tra il 12 e il 18%. Poi i bikers entreranno sullo sterrato e continueranno a salire per altri cinque chilometri, con pendenze variabili dall’8% al 15%. Solo un breve tratto permetterà di respirare ai concorrenti, che torneranno a pedalare per altri cinque chilometri in salita. Seguirà poi una discesa veloce, che condurrà nel primo single track tecnico con scalini e rocce, dove sarà necessario prestare la massima attenzione. Giunti in località Santallago, vi sarà il primo ristoro, posto dopo 19 km e 900 metri di dislivello. Da lì una nuova erta con punte al 20% porterà allo Sperone. Raggiunta la cima, sarà la volta della picchiata verso Pisa.

Non vi sarà, però, molto tempo per osservare il panorama suggestivo del mare in lontananza, poiché il sentiero condurrà alla salita del Monte Faeta, dove si trova la targa commemorativa di Simone. Terminata l’ascesa, con punte al 22% e pietre

smosse, sarà la volta di scendere in un altro single track molto impegnativo. Discesa e saliscendi conclusivi condurranno i ciclisti all’arrivo. Durante il trofeo si svolgerà una raccolta fondi da devolvere all’Associazione genitori bambini affetti da leucemia e tumore. —

Fonte: Il Tirreno

Advertising